Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
spillover virus

SpillOver cataloga i virus potenzialmente pandemici

Molti virus prima del covid furono catalogati con SpillOver come possibili cause di una pandemia

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Una piattaforma web chiamata SpillOver, molto prima del COVID-19, e grazie agli scienziati che avevano lavorato per identificare i virus animali che potevano potenzialmente colpire le persone, aveva classificato il rischio che vari virus faccessero il salto. Una mutazione che avrebbe consentito a determinati virus di passare da animali a umani. Gli sviluppatori sperano che il nuovo strumento aiuti gli esperti di salute pubblica e i responsabili politici a evitare future epidemie.

Jonna Mazet, epidemiologo ed ecologo della malattia presso l’Università della California, Davis, ha condotto questo lavoro per più di un decennio. È iniziato con il progetto USAID PREDICT, che ha cercato di andare oltre i virus influenzali ben tracciati e identificare altri agenti patogeni emergenti che rappresentano un rischio per l’uomo.

Migliaia di scienziati hanno setacciato più di 30 paesi per individuare e identificare i virus animali, scoprendone molti di nuovi nel processo. Ma non tutti i virus sono ugualmente minacciosi. Così Mazet e i suoi colleghi hanno deciso di creare un quadro per interpretare i loro risultati. “Volevamo andare oltre la raccolta di francobolli scientifici, semplicemente trovando virus, per l’effettiva valutazione e riduzione del rischio”, afferma.

SpillOver è il primo strumento di classificazione Open dei Virus

spillover virus

Il team è stato sorpreso di trovare pochissime ricerche esistenti sulla classificazione delle minacce da virus che si trovano attualmente solo negli animali, ma sono in famiglie virali che possono probabilmente causare malattie nelle persone.

I ricercatori sono quindi partiti da zero, identificando 31 fattori relativi ai virus animali (come si trasmettono), ai loro ospiti (come quanti e vari sono), e all’ambiente (densità di popolazione umana, frequenza di interazione con host e altro). Questi sono riassunti in un punteggio di rischio su 155, più alto è il punteggio, maggiore è la probabilità di spillover.

Il virologo della Cornell University, Colin Parrish, che non è stato coinvolto nello studio, afferma che i fattori esaminati erano importanti nei precedenti spillover. Ma osserva che il rischio di crossover di altri virus può essere aumentato da fattori imprevedibili che emergono in seguito. “È un po’ come il mercato azionario”, dice.

Il nuovo studio, pubblicato negli Atti della National Academy of Sciences USA, classifica 887 virus di origine animale. Dodici agenti patogeni umani conosciuti hanno ottenuto il punteggio più alto, con il virus che causa il COVID-19 al secondo posto, appena sotto il virus Lassa trasportato dai ratti.

L’influenza sarebbe stata in cima alla lista se inclusa, dice Mazet, ma le varianti influenzali sono già tracciate altrove. Parrish osserva che l’elenco omette anche i virus trasmessi dagli insetti e quelli provenienti da animali domestici. “Questo è un lavoro in corso”, dice. “Sono sicuro che verrà iterato in uno strumento più potente man mano che saranno disponibili più informazioni e dati.”

SpillOver è modificabile pubblicamente e gli scienziati di tutto il mondo stanno già contribuendo con le proprie scoperte. Mazet spera che attiri anche l’attenzione dei professionisti e dei leader della sanità pubblica. Con un’azione mirata, afferma Mazet, “possiamo assicurarci di non avere affatto queste ricadute. O se lo facciamo, siamo pronti per loro, perché stiamo tenendo d’occhio la situazione”.

Potrebbe interessarti...

Scienze

Tardigrada: trovato un fossile di 16 milioni di anni

Windows 11

Windows 11 è qui: prime impressioni e consigli

Scienze

William Shatner: nello spazio a 90 anni con Blue Origin

Netflix

Abbonamento Netflix più costoso a partire da oggi

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Che ne pensi di questa strategia di prevenzione? Facci sapere nei commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0