Satelliti Starlink

Satelliti Starlink: SpaceX ne manda in orbita altri 60

Altri 60 satelliti Starlink andranno ad unirsi a quelli già presenti nel nostro cielo stellato

SpaceX giovedì ha lanciato un razzo Falcon 9 che trasporta in orbita altri 60 satelliti Starlink, aumentando il numero totale lanciato fino ad oggi a 713 in una costellazione in rapida crescita di stazioni di ritrasmissione Internet.

Appena quattro giorni dopo il lancio di un satellite argentino di telerilevamento dalla Cape Canaveral Air Force Station, SpaceX ha lanciato la sua 12ª missione Starlink dal pad 39A del Kennedy Space Center alle 8:46 EDT. È stato il 93° lancio di un Falcon 9 da parte dell’azienda, il suo 16° quest’anno e il suo 101° in totale.

Satelliti Starlink

Generando 1,7 milioni di libbre di spinta, i nove motori Merlin che alimentavano il primo stadio precedentemente pilotato hanno spinto il razzo fuori dalla densa atmosfera inferiore. Il palco si è quindi separato e si è diretto verso l’atterraggio su un droneship off-shore, toccando il “Of Course I Still Love You” circa otto minuti e 20 secondi dopo il decollo.

Questi nuovi satelliti Starlink a cosa serviranno?

L’atterraggio ha segnato il 60° recupero di successo di SpaceX, il 40° su droneships; la seconda fase, nel frattempo, ha completato la salita in orbita circa mezzo minuto dopo e i satelliti Starlink sono stati rilasciati in un unico lotto, espandendosi lentamente mentre si allontanavano.

SpaceX ha l’approvazione normativa per lanciare più di 12.000 satelliti Starlink che lavoreranno insieme in una rete globale per fornire accesso a Internet ad alta velocità in qualsiasi parte del mondo. Amazon ha in programma una costellazione simile con il suo progetto Kuiper e OneWeb, in procinto di uscire dalla bancarotta, pianifica ancora un’altra rete del genere.

Gli ingegneri di Starlink hanno testato il loro sistema in crescita prima del lancio di un programma beta pubblico entro la fine dell’anno e “i primi risultati sono stati buoni”, ha affermato Kate Tice, commentatrice del lancio di SpaceX.

Satelliti Starlink

“Mostrano una latenza estremamente bassa e velocità di download superiori a 100 megabyte al secondo. Ciò significa che la nostra latenza è sufficientemente bassa per giocare ai videogiochi online più veloci e le nostre velocità di download sono sufficientemente elevate per riprodurre in streaming più film HD contemporaneamente e avere ancora larghezza di banda disponibile”.

L’azienda sta testando collegamenti laser inter-satellite progettati per consentire il trasferimento dei dati da uno Starlink a un altro, fornendo un servizio continuo mentre i satelliti passano sulla posizione di un utente.

Al riguardo Tice ha detto:

“Con questi laser spaziali, i satelliti Starlink sono in grado di trasferire centinaia di gigabyte di dati. Una volta che questi laser spaziali saranno completamente schierati, Starlink sarà una delle opzioni più veloci disponibili per trasferire dati in tutto il mondo”.

La prospettiva di un vasto numero di satelliti Starlink in orbita terrestre bassa, soprannominati LEOsats, ha suscitato una diffusa preoccupazione tra gli astronomi per la minaccia rappresentata dalla luce solare riflessa durante le osservazioni sensibili. Anche se i satelliti Starlink potrebbero non essere visibili ad occhio nudo, molti appariranno come strisce attraverso le esposizioni temporali catturate dai telescopi più potenti del mondo.

Satelliti Starlink

Uno studio ha concluso che nei prossimi dieci anni potrebbero essere lanciati più di 100.000 LEOsat, il 70% dei quali gestito da SpaceX, Amazon e OneWeb. L’American Astronomical Society e il NOIRLab della National Science Foundation hanno ospitato un seminario virtuale all’inizio di questa estate per discutere gli impatti di tali costellazioni.

Tony Tyson, scienziato del progetto per il Large Synoptic Survey Telescope presso l’osservatorio Vera C. Rubin in Cile, ha detto:

“Con decine di migliaia di LEOsat, come previsto, abbiamo scoperto che generalmente nessuna combinazione di mitigazioni, di tutte le mitigazioni che abbiamo studiato, può evitare completamente gli impatti dei satelliti LEO sui programmi scientifici della prossima generazione di strutture di astronomia ottica”

Tuttavia gli astronomi sperano di ridurre al minimo tale impatto in una certa misura, lavorando con i costruttori di veicoli spaziali per modificare i loro progetti e le orbite, in questo caso, dei satelliti Starlink. Mantenere le costellazioni dei satelliti al di sotto di un’altitudine di circa 373 miglia, ad esempio, ridurrebbe il numero di veicoli spaziali visibili in alto nel cielo se visti da terra.

Altre opzioni includono l’oscuramento dei satelliti per renderli meno riflettenti e l’orientamento del veicolo spaziale in modo che orbitino “di bordo”, riducendo la superficie che riflette la luce solare sul suolo.

Satelliti Starlink

Allo stesso tempo, gli astronomi devono sviluppare un software per rimuovere o mascherare le tracce dei satelliti nelle immagini del telescopio e sviluppare algoritmi di puntamento per evitare satelliti più luminosi. Entrambe le opzioni potrebbero non essere realizzabili per molti programmi scientifici, almeno secondo quando detto da Jeff Hall, astronomo dell’Osservatorio Lowell a Flagstaff, in Arizona.

SpaceX, da parte sua, sta lavorando con la comunità astronomica per testare diversi metodi per ridurre la riflettività dei suoi satelliti Starlink. L’azienda ha già implementato test sui cosiddetti darksats e aggiunto ombrelloni per ridurre i riflessi.

Tony Tyson ha detto:

“Chiaramente, SpaceX sta guidando la carica in termini di tentativo di comprendere questi problemi e progettare mitigazioni sui loro satelliti. Altri si stanno interessando, in particolare Amazon e OneWeb. Sono stato contattato da entrambi, ma non siamo neanche lontanamente vicini a nessun tipo di discussione ingegneristica con i piedi per terra su come farlo”.

Secondo te, con altri satelliti Starlink, la possibilità che, con il tempo, i nostri cieli stellati vengano “inquinati” è reale? Cosa ne pensi al riguardo? Dicci la tua qui sotto nei commenti!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI