Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Mozziconi di sigaretta possono essere riciclati nell’edilizia

I mozziconi di sigaretta sono una vera e propria piaga per l'ambiente ma un gruppo di ricerca di Melbourne ha cercato una soluzione efficace: riciclare i filtri ed utilizzarli per costruire mattoni di argilla

Mozziconi di sigaretta
Mozziconi di sigaretta

Cosa ne pensi dell’inquinamento causato dai mozziconi di sigaretta? Pensi che ci vorrebbero leggi più severe? Dicci la tua nei commenti.

I mozziconi di sigaretta sono i primi tra le microplastiche inquinanti. Si stima che ogni anno ne vengano buttati 6 miliardi di filtri, che favoriscono l’inquinamento dell’ambiente anche con i metalli pesanti e la nicotina di cui sono composti.

Mozziconi di sigaretta riciclati per costruire mattoni di argilla

I filtri delle sigarette sono composti da una plastica denominata diacetato di cellulosa. Una volta immessi nell’ambiente, possono inibire la crescita delle piante oltre ad inquinare tutte le risorse idriche a nostra disposizione.

Un team dell’Institute of Technology di Melbourne, ha cercato e trovato una soluzione per tentare di abbattere questo problema: riciclare i mozziconi di sigaretta impiegandoli nella costruzione di mattoni di argilla.

Ecco come vengono riciclati i mozziconi di sigaretta

Ogni anno si producono mediamente 6mila miliardi di sigarette, che corrispondono a 1,2 milioni di tonnellate di spazzatura“Queste cifre sono destinate ad aumentare di oltre il 50% entro il 2025, a causa principalmente della crescita della popolazione mondiale”, ha spiegato  l’inventore del nuovo metodo di riciclo, l’ingegnere Abbas Mohajerani“Il nostro report mostra che se solo il 2,5% della produzione annuale di mattoni incorporasse l’1% di mozziconi di sigaretta, potremmo completamente risolvere o almeno riequilibrare il problema dell’inquinamento dovuto a tali scarti”.

Mozziconi di sigaretta
Mattoni di argilla prodotti utilizzando i mozziconi di sigaretta.

Il team dell’Institute of Technology ha pensato a dei mattoni di argilla contenenti mozziconi di sigaretta all’1%, i quali hanno le stesse peculiarità dei laterizi tradizionali che però consentono di risparmiare sui consumi energetici necessari per la produzione. Non solo, questi mattoni sono più leggeri e garantiscono un isolamento più performante, che va ad abbattere ulteriormente le spese di riscaldamento e raffreddamento di un immobile.

Ci vogliono fino a 30 ore per riscaldare e cuocere i mattoni, per cui si tratta di un risparmio finanziario significativo. I mozziconi possono impiegare anni prima di decomporsi, ma durante la cottura del coccio le sostanze inquinanti vengono intrappolate e rese innocue dal mattone stesso”, ha concluso Mohajerani.

La ricerca è stata pubblicata sul Journal of Management.

Commenti recenti

Commenta qui...

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0