• /
  • Tecnologia
  • /
  • Le risorse del futuro: la plastica infinitamente riciclabile

Le risorse del futuro: la plastica infinitamente riciclabile

Una soluzione all'inquinamento da materie plastiche, che per il 60% vengono disperse nell'ambiente

plastic-recycling-new-1557416419824
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su facebook

 

 

Alcuni scienziati hanno creato un nuovo tipo di plastica, denominato PKD, che potrebbe essere infinitamente riciclabile. Attualmente da fonte Ocse (Organizzazione cooperazione sviluppo economico) risulta che solo il 15% delle materie plastiche viene riciclato, il 25% viene incenerito e il 60% finisce nelle discariche a cielo aperto, nei mari o gettato altrove. Per combattere questo stato di cose, insostenibile per l’ecosistema, molte persone attente all’ambiente provano a ridurre il consumo di plastica, ma forse si può anche pensare a come migliorarne il riciclo. Quattro scienziati della Molecular Foundry del Lawrence Berkeley National Laboratory di Berkeley stanno cercando di modificare le caratteristiche del materiale per ridurne lo spreco. Essi hanno sviluppato una nuova forma di plastica che consente un processo di riciclaggio a ciclo chiuso e senza scarti. La plastica è chiamata PDK, acronimo di polidiketoenamina. Secondo uno studio, pubblicato dalla rivista Nature Chemistry, “se le materie plastiche subiscono una polimerizzazione reversibile, allora i monomeri di alto valore possono essere recuperati e rielaborati in nuovi materiali“. Gli scienziati aggiungono che, a differenza della plastica tradizionale, la PDK, dopo ogni riciclo conserva le stesse caratteristiche di robustezza e impiego. Da ulteriori test sulla PDK è emerso che un acido può separare i monomeri dagli additivi. Nel tradizionale riciclaggio della plastica, gli additivi non possono essere separati dai monomeri, mentre quelli della PDK possono essere trasformati in polimeri in modo da formare materiali plastici completamente nuovi. “Siamo in un punto critico in cui dobbiamo riflettere sull’infrastruttura necessaria per modernizzare le strutture di riciclaggio per il futuro smistamento e lavorazione dei rifiuti“, ha detto il ricercatore capo Brett Helms in una nota al Berkeley Lab News Center. “Se queste strutture fossero progettate per riciclare o meglio riciclare plastica PDK, saremmo in grado di eliminare quella presente nelle discariche e negli oceani“, ha continuato Helms. “Questo è un momento entusiasmante per iniziare a pensare a come progettare i materiali e gli impianti di riciclaggio“. A differenza dell’alluminio o del vetro, la plastica può essere riciclata solo un numero finito di volte, di solito una o due, secondo Earth911. Il riciclaggio è reso difficoltoso a causa di riempitivi, coloranti e sostanze chimiche aggiunte al materiale di base, inoltre, quando le materie plastiche vengono riciclate meccanicamente, le proprietà del polimero si degradano e la struttura si indebolisce. Attualmente dopo essere stata riciclata una o due volte, la plastica può essere utilizzata solo per determinati scopi, tipo panchine, sedie, tavoli, dissuasori stradali, piani di carico, cassette della frutta, imballaggi, tappetini per veicoli, buste spesa, tessuti in poliestere, tubi di drenaggio e altri sottoprodotti similari, questi a loro volta non sono più convenientemente riciclabili, quindi al termine della loro vita di utilizzo andranno dispersi. In alcuni casi la plastica riciclata è più costosa di quella originale, quindi c’è meno richiesta di plastica riciclata. Ecco perchè è assolutamente necessario rinnovare la plastica e il suo processo di riciclaggio. Il PDK potrebbe avere il potenziale per cambiare lo status delle cose in materia di riciclaggio della plastica.

Il riciclaggio della plastica ormai è (o dovrebbe) essere diventata un’abitudine comune, ma questo non risolve il problema a livello globale. Una plastica infinitamente riciclabile potrebbe essere la soluzione? Dì cosa ne pensi nei commenti.

 

0

Lascia un commento

Chiudi il menu

Su questo sito Web utilizziamo strumenti proprietari o di terze parti che memorizzano piccoli file ( cookie ) sul tuo dispositivo. I cookie vengono normalmente utilizzati per consentire al sito di funzionare correttamente ( cookie tecnici ), per generare report sull’utilizzo della navigazione ( cookie statistici ) e per pubblicizzare adeguatamente i nostri servizi / prodotti ( cookie di profilazione ). Possiamo utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione . Abilitando questi cookie, ci aiuti a offrirti un’esperienza migliore.