Stress cronico

Lo stress cronico ha un impatto su pelle capelli ed unghie

Diverse ricerche hanno dimostrato che lo stress cronico incide sulla salute dei capelli, delle unghie e della pelle

Ognuno di noi prima o poi si è dovuto misurare con circostanze che ci hanno fatto sentire stressati, che fosse una piccola incombenza o una grave situazione da superare. In ogni caso, lo stress cronico ha sempre un certo impatto sulla salute e può causare problemi a capelli, unghie e pelle.

Nonostante non sia possibile rimuovere completamente le situazioni stressanti dalle nostre vite, i dermatologi certificati possono consigliare pratiche corporee mentali, note anche come tecniche di gestione dello stress, che si concentrano sui nostri bisogni fisici, mentali, emotivi e spirituali per aiutare a controllare le pressioni psicologiche e combattere gli effetti negativi che hanno sul nostro organismo.

Stress cronico

Stress cronico: ecco quali sono le ripercussioni sul nostro organismo

“Il nostro cervello e la nostra pelle sono intimamente collegati e comunicano tra loro. Ciò significa che quando sperimentiamo stress cronico dovuto al lavoro, alle relazioni o agli eventi attuali, la pelle è sia un bersaglio che una fonte di ormoni dello stress, che possono rendere la pelle più vulnerabile a prurito, infiammazione, irritazione e infezione”, ha affermato il dermatologo certificato dal consiglio Keira Barr, FAAD” “Quando capisci come lo stress influisce sul tuo corpo, puoi incorporare in modo più efficace le pratiche del corpo mentale per aiutare a ridurre lo stress e migliorare il tuo benessere fisico, mentale ed emotivo”.

Stress Cronico

Essendo l’organo più grande del corpo, la pelle spesso riflette ciò che sta accadendo all’interno del nostro organismo. Lo stress cronico può causare un aumento dell’infiammazione, rallentare la guarigione delle ferite e avere un impatto negativo sulle condizioni della pelle. Le nostre ghiandole producono più sebo quando sono sotto stress, il che può causare il peggioramento dell’acne nelle persone soggette a focolai. Lo stress può anche essere un fattore scatenante per condizioni della pelle come la psoriasi e l’eczema, causando una riacutizzazione di queste condizioni.

Lo stress cronico può avere un grande impatto sull’invecchiamento della nostra pelle. Gli ormoni dello stress infatti scompongono il collagene e l’elastina nella pelle e interferiscono con il ringiovanimento, che può accelerare il processo di invecchiamento causando più linee sottili e rughe. Anche i capelli e la loro crescita sono influenzati dallo stress contribuendo al diradamento e alla loro caduta. Nonostante la caduta dei capelli causata dallo stress sia temporanea, è importante affrontarla rapidamente per prevenire danni irreversibili.

Oltre alla pelle e ai capelli, il dottor Barr ha spiegato che lo stress cronico può avere altre conseguenze: “L’uso delle terapie mentali che interessano l’organismo possono aiutare a regolare la risposta allo stress, che può ridurre i sintomi e gli effetti collaterali del trattamento del cancro e migliorare la qualità della vita, che è collegata al miglioramento del trattamento e alla condizione della pelle stessa”, ha affermato il dottor Barr: “Imparare a gestire la risposta allo stress è una strategia molto potente a ogni regime di cura della pelle”.

Stress Cronico

Le pratiche mentali utili al nostro organismo sono più efficaci se utilizzate in combinazione con altri trattamenti. Esempi di pratiche comuni mente-corpo includono:

Meditazione: una pratica che consiste nel focalizzare o liberare la mente che può aiutare a ridurre la pressione sanguigna e i sintomi di ansia e depressione;

Agopuntura: questa tecnica prevede l’inserimento di aghi sottili nella pelle per alleviare il dolore e alleviare lo stress. Può anche aiutare a ridurre la frequenza dei mal di testa da tensione e prevenire l’emicrania;

Visualizzazione: un metodo che consiste nel guidare il respiro e dirigere la mente a immaginare immagini, idee, simboli o utilizzare il pensiero positivo per ottenere un risultato desiderato come una sensazione, una mentalità o una sensazione corporea.

Respirazione: questa tecnica si concentra su esercizi di respirazione utilizzati specificamente per il controllo del respiro;

Tai chi o qigong: una pratica di arti marziali per aiutare a migliorare l’equilibrio e ridurre il mal di schiena;

Yoga: una pratica di mente e corpo, che combina posture fisiche, tecniche di respirazione e meditazione o rilassamento. Lo yoga si concentra sul miglioramento della salute mentale e fisica, del sonno e dell’equilibrio psicofisico.

Il Dottor Barr ha spiegato che le tecniche mente-corpo non sono un approccio valido per tutti. Ognuno ha una relazione unica con lo stress cronico e la nostra percezione ed esperienza con lo stress determina il modo in cui influisce su di noi e come rispondiamo alle diverse tecniche mente corpo. Gli individui dovrebbero usare le tecniche che funzionano meglio per loro.

“Per prenderci cura della nostra pelle, dobbiamo adottare un approccio molto più olistico e guardare a tutti i fattori che la influenzano”, ha concluso il dottor Barr. “Lo stress può essere un fattore che contribuisce a condizioni dermatologiche più gravi. Se si sta affrontando una situazione di stress chee sta colpendo pelle, capelli o unghie, è importante fissare un appuntamento per vedere un dermatologo certificato”.

Stress Cronico

Una ragione di stress cronico che ha interessato tutto il mondo è stata la pandemia dovuta al Covid19. Questa situazione che ha imposto diversi lockdown e isolamento sociale ha inciso sulla perdita di capelli di diversi individui.

“Ho avuto pazienti che sono venuti di recente con perdita di capelli correlata allo stress, che mi hanno detto che erano così preoccupati di morire all’inizio di quest’anno o addirittura di avere il COVID-19. Ma non vedono gli effetti fino a tre mesi dopo, ” ha dichiarato il dermatologo Dottor Ohara Aivaz del Cedars-Sinai Medical Center di Los Angeles: “Il paziente viene dimesso perché lo stress si è risolto, eppure la manifestazione fisica sta accadendo ora”, ha aggiunto Aivaz.

La caduta dei capelli correlata allo stress cronico si verifica in genere tre mesi o più dopo un evento stressante. Il motivo per cui ci vuole così tanto tempo non è chiaro, ma il corpo può forzare prematuramente i capelli nella fase dormiente del suo ciclo di crescita, che alla fine porta la radice dei capelli a restringersi e cadere, affermano gli esperti.
Se un individuo subisce la caduta dei capelli, è importante prendere in considerazione la possibilità di sottoporsi a un controllo medico per un problema alla tiroide o di anemia. Se lo stress è la causa, gli integratori per la caduta dei capelli e il tempo possono aiutare, ha spiegato Aivaz.

“Se il livello di stress diminuisce, la maggior parte delle volte, la caduta dei capelli si interrompe da sola e il paziente fa ricrescere i capelli persi perché i loro follicoli sono ancora attivi e sani”, ha aggiunto lo specialista. Con il progredire della pandemia, Aivaz e altri dermatologi hanno anche avuto più pazienti in cerca di cure per problemi della pelle causati dall’aumento del lavaggio delle mani e dallo stress.

Stress Cronico

Oltre alla caduta dei capelli, lo stress cronico può innescare riacutizzazioni di acne, forfora ed eczema, in particolare tra le persone anziane che sono più vulnerabili al COVID-19 e potrebbero essere state preoccupate per la loro salute e le loro finanze, ha affermato Aivaz.

Per l’eczema, consiglia di fare docce tiepide e brevi di 10 minuti o meno usando sapone senza profumo nelle zone più colpite (ascelle, inguine, piedi). Ma non esagerare, ha osservato: “Quando la pelle è molto secca, anche il sapone delicato può rimuovere gli oli naturali. Non lavare qualcosa che non è sporco”, ha concluso Aivaz. “Insapona il sapone tra le mani e salta l’asciugamano, che può anche spellare la pelle”.

Oltre alla caduta dei capelli, lo stress cronico può contribuire a farli ingrigire, ma una volta ritrovato il giusto equilibrio psicofisico, i capelli torneranno ad avere il loro colore naturale. Un gruppo di scienziati della Columbia University, in collaborazione con un associato della Miller School of Medicine dell’Università di Miami, ha trovato prove che i capelli umani diventano grigi a causa dello stress e poi tornano al loro colore naturale quando lo stress è stato rimosso.

I ricercatori hanno scritto un documento che conprende le loro scoperte e lo hanno caricato sul server di prestampa di bioRxiv .

Per molti anni, la saggezza comune ha ha sostenuto che eventi di stress cronico  possono portare alla perdita del colore dei capelli, ma fino ad ora si è creduto che tale ingrigimento fosse irreversibile. In questo nuovo studio, i ricercatori hanno trovato prove di capelli grigi legati allo stress che sono tornati al loro colore naturale una volta terminato l’evento stressante.

Il team di ricerca ha esaminato il ruolo della melanina e di alcune proteine ​​nel conferire ai capelli il loro colore naturale. I ricercatori hanno reclutato 14 volontari e chiesto di permettere loro di prelevare campioni di capelli dalla testa e da altre parti del corpo.

 I ricercatori hanno raccolto 400 campioni di capelli e li hanno analizzati utilizzando una nuova tecnica di imaging che ha rilevato i livelli di pigmento in diverse parti dei capelli. Gli scienziati hanno scoperto che alcuni dei peli erano grigi sulle punte piuttosto che sulle radici.

I capelli ovviamente crescono dalle radici, quindi, la scoperta dei ricercatori ha evidenziato che i capelli erano diventati grigi ad un certo punto e poi in un secondo momento hanno ripreso a crescere nel loro colore naturale. Dopo la loro scoperta, i ricercatori hanno contattato gli stessi 14 volontari e hanno chiesto loro di tornare e rispondere ad alcune domande.

Poiché i capelli crescono a una certa velocità, i ricercatori sono stati in grado di calcolare quanto indietro nel tempo i capelli di una persona avevano iniziato a diventare grigi e poi quando erano tornati al loro colore naturale.

Stress Cronico

Il team di ricerca ha domandato ai partecipanti allo studio ai se avevano vissuto eventi di stress cronico nel periodo in cui i capelli erano diventati grigi e hanno trovato diverse corrispondenze. Gli studiosi hanno anche scoperto che per una persona, andare in vacanza ha coinciso con il ritorno dei capelli al loro colore naturale.

 I ricercatori hanno dimostrato che i loro risultati indicano che lo stress cronico può, infatti, portare a capelli grigi, e che rimuovendo il fattore di stress si può permettere ai capelli di tornare al loro colore naturale. il team di ricerca ha notato che tale reversione sembra applicarsi solo ai capelli che sono diventati grigi per lo stress e solo se si verifica relativamente presto dopo che i capelli sono diventati grigi.

Hai mai sofferto di stress cronico? Hai riscontrato gli effetti negativi descritti nell’articolo? Parlacene nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI