Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

GPT-3: arriva l’A.I. che prescrive i farmaci

L'intelligenza artificiale fa un ulteriore passo avanti e le verrà insegnato l'apprendimento automatico col quale sarà in grado di progettare siti Web, prescrivere farmaci e rispondere alle domande

GPT-3
GPT-3

Avevi già sentito parlare del GPT-3? Cosa ne pensi? Parlacene nei commenti.

GPT-3 è l’acronimo di Generative Pre-training Transformer: si tratta della terza generazione di I.A. educata all’apprendimento automatico, grazie al quale i computer potranno apprendere automaticamente dai dati loro forniti senza il supporto di un  programmatore.

GPT-3

Il lancio online del GPT-3 ha provocato molto stupore a causa delle sue performance innovative: infatti sarà in grado di progettare siti Web, prescrivere farmaci e rispondere alle domande.

GPT-3: qualche dettaglio

GPT-3

 

L’intelligenza artificiale educata all’apprendimento automatico è molto potente perché il Common Crawl, un archivio online che contiene quasi un trilione di dati. Common Crawl è stato fornito da OpenAI, un laboratorio di ricerca di intelligenza artificiale che comporta due sezioni: OpenAI LP e la sua organizzazione madre OpenAI Inc.

Ha ancora gravi debolezze e talvolta fa errori molto sciocchi. L’intelligenza artificiale cambierà il mondo, ma abbiamo ancora molto da capire. Talvolta non è coerente su passaggi più lunghi durante un discorso, può contraddirsi e contenere frasi o paragrafi senza senso”, ha dichiarato  il CEO di OpenAI.

L’algoritmo del GPT-3 non trae conclusioni da quello che esamina, così come può fare un essere umano, ma esamina i dati che gli vengono forniti in modo tale da fornire una risposta corretta: “ “Penso che la migliore analogia sia con un paese ricco di petrolio che è in grado di costruire un grattacielo molto alto”. Ha concluso il CEO.

Commenti recenti

Commenta qui...

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0