Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Vaccino BCG: nuova speranza per il diabete di tipo 1?

Il vecchio vaccino BCG regala nuove speranze ai soggetti con diagnosi di tipo uno: una nuova ricerca portata avanti da un team di ricerca del Massachusetts General Hospital, ha dimostrato la capacità del BCG di ripristinare il sistema immunitario

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Gli scienziati del Massachusetts General Hospital (MGH), durante recenti sessioni scientifiche annuali del 2021 dell’American Diabetes Association, hanno esposto i loro aggiornamenti positivi sugli studi condotti sul vaccino contro il bacillo Calmette-Guérin (BCG) per abbassare in modo sicuro e significativamente gli zuccheri nel sangue.

BCG: ecco come funziona

Nel diabete di tipo 1, una patologia autoimmune che ad oggi non ha cura definitiva, le cellule T attaccano il pancreas e distruggono la sua capacità di creare insulina, un ormone vitale per consentire al glucosio di entrare nelle cellule per produrre energia.

In lavori precedenti, Denise Faustman, MD, Ph.D., direttore del MGH Immunobiology Laboratory, e colleghi hanno scoperto che il bacillo Calmette-Guérin potenzia una sostanza chiamata TNF, che elimina le cellule T dannose e aiuta lo sviluppo di quelle benefiche chiamate cellule T regolatorie, o Treg.

BCG

Gli studi hanno evidenziato come la risposta alla vaccinazione BCG differisca a seconda dell’età di insorgenza di un paziente e un supporto aggiuntivo per il ruolo della vaccinazione suddetta nell’alterare il trasporto del glucosio e modificare le Treg. Attualmente 143 diabetici di tipo 1 hanno ricevuto almeno due dosi di BCG, inclusi 25 pazienti arruolati in uno studio recentemente avviato su adulti con esordio pediatrico. In attesa dell’approvazione della FDA, MGH mira a lanciare uno studio pediatrico multicentrico entro la fine dell’anno.

“Più dati da studi clinici randomizzati in doppio cieco verranno riportati mentre ci spostiamo verso un’ulteriore lettura dello studio di fase II, ha spiegato Faustman, ricercatore principale degli studi clinici BCG presso MGH. “Abbiamo continue prove della capacità di BCG di ripristinare il sistema immunitario”.

Nel 2018 MGH ha pubblicato i risultati del follow-up dello studio di Fase I sui partecipanti diabetici a lungo termine trattati con BCG, mostrando cali durevoli clinicamente e statisticamente significativi dei valori di HbA1c che sono persistiti con otto anni di follow-up.

I nuovi dati presentati all’ADA includono: i diabetici di tipo 1 con età di esordio inferiore a 21 anni hanno un tempo di risposta più rapido e una maggiore variazione di HbA1c rispetto ai diabetici di tipo 1 ad esordio nell’adulto; in un periodo di tre anni BCG restituisce l’espressione genica nelle Treg nei diabetici di tipo 1 a un modello coerente con i soggetti di controllo non di tipo 1; la risposta dell’HbA1c a due anni nei soggetti con esordio giovanile è coerente con la risposta a tre anni osservata nello studio di Fase 1.

BCG è un vecchio vaccino, ma sembra presentare nuovi doni”, ha concluso Nigel Curtis, MD, Ph.D., del Murdoch Children’s Research Institute di Melbourne, in Australia. Dirige studi clinici globali sugli effetti benefici e fuori bersaglio del vaccino BCG, ma non è stato coinvolto nello studio attuale. “Questi nuovi dati di MGH aggiungono la crescente comprensione di come il BCG cambia il modo in cui il corpo risponde alle malattie autoimmuni e infettive”.

I risultati del team MGH hanno posto le basi per la lettura dello studio quinquennale di fase 2 attualmente in corso e che dovrebbe essere completato in due anni. Ulteriori informazioni sugli studi clinici sono disponibili all’indirizzo http://www.faustmanlab.org o inviando un’e-mail a [email protected] .

Potrebbe interessarti...

Scienze

Tardigrada: trovato un fossile di 16 milioni di anni

Windows 11

Windows 11 è qui: prime impressioni e consigli

Scienze

William Shatner: nello spazio a 90 anni con Blue Origin

Netflix

Abbonamento Netflix più costoso a partire da oggi

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Cosa ne pensi di questa nuova scoperta che riguarda il vecchio vaccino? Credi valga la pena, alla luce dei nuovi studi, insistere sulle potenzialità di questo vaccino? Dicci la tua nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
9 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Edda Corbo

Assolutamente, bisogna provare sempre per trovare una cura!!!

Giuliana

Certo che bisogna insistere su questo vaccino

Cicala Nunzia

Speriamo sia vero

Giovanni

Sarebbe un sogno, poter ridare salute alla nostra bambina.
Crediamo in voi!

Tindaro Mirenda

Che lavorano su questa scoperta. Siamo speranzosi sulla cura dei nostri bimbi.

Daniela

Assolutamente si, bisogna insistere sulla ricerca sulle potenzialità di questo vaccino sul diabete! Speriamo che si trova una cura al più presto!

Tullio

Bisogna continuare per risolvere una volta per tutto questo problema ” diabete di tipo 1 “

moira

bisogna insistere per il vaccino soprattutto per i nostri piccolini!!!

Guido Mastromarino

Penso che una notizia simile sia la cosa più bella che per noi affetti da questa tortura si possa sentire, però quasi ogni giorno sentiamo che siamo vicini alla soluzione ma poi non vediamo mai risultati. Continuiamo ad illuderci possiamo solo sperare.

Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0