Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Tumore al cuore: scoperta la sua origine

Un nuovo studio condotto nel sud Italia ha rivelato che il tumore al cuore o mixoma avrebbe origine da cellule staminali tumorigene

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

5 1 voto
Voto iCrewers

Il tumore al cuore o mixoma avrebbe origine da cellule tumorali staminali: la scoperta appartiene ad un team di studiosi del profondo sud, condotto dalla Cardiochirurgia dell’Università Vanvitelli in collaborazione con il team di Cardiologia del polo universitario di Catanzaro.

Tumore al cuore
Tumore al cuore. Il team di ricerca capitanato dal professore Torella e da Marisa De Feo.

A capo della ricerca Marisa De Feo e Daniele Torella, che hanno collaborato anche con diversi scienziati di caratura internazionale. Lo studio è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista European Heart Journal.

Tumore al cuore: cosa dice la ricerca

Tumore al cuore
Esempio di mixoma cardiaco.

Il campione preso in esame ha interessato 23 mixomi umani.  Le cellule cancerogene isolate hanno mostrato tutte le caratteristiche di vere cellule staminali tumorali che sono in grado di riformare il mixoma cardiaco. I risultati avrebbero confermato che sarebbe una cellula staminale tumorale a dare origine al mixoma atriale, uno dei tumori primitivi del cuore. 

Nella ricerca si legge che il campione è stato asportato chirurgicamente ed elaborato per l’analisi istologica e immunoistochimica. Tutti i tumori presentavano le tipiche caratteristiche istologiche cellulari ed extracellulari della matrice del mixoma atriale cardiaco. Dispersi nella matrice del mixoma, sono state rilevate cellule che esprimono noti marker staminali/progenitori embrionali e adulti come c-kit, il recettore del fattore delle cellule staminali.

Michele Torella, nel team della Vanvitelli, ha spiegato: “I tumori primitivi del cuore sono patologie molto rare, la cui maggioranza è rappresentata dai mixomi cardiaci. Il mixoma atriale è considerato una neoplasia benigna per il suo basso grado di invasività locale e l’assenza di metastasi. Questi, tuttavia, possono produrre diversi quadri clinici. Lo scompenso cardiaco per disfunzione valvolare acuta e l’embolizzazione distale a carico del cervello o altri organi, sono solo degli esempi”.

Grazie a questa importante scoperta, sarà possibile agire su più fronti: sia dal punto di vista terapeutico, improntando un protocollo farmacologico più efficace ed adeguato nella lotta contro il tumore al cuore, sia a livello preventivo, riuscendo a rintracciare lo stato embrionale delle rare recidive responsabili della malattia.

Si tratta di un primo grande passo nella scoperta delle origine dello mixoma a cui dovranno seguire ulteriori approfondimenti ma gli scienziati si sono mostrati ottimisti.

Potrebbe interessarti...

Scienze

Vaccino HPV monodose: ecco perché è altamente funzionante

Windows 11

Media Player da oggi avrà un restyling su Windows 11

Apple Podcasts

Apple gioca e vince contro i colossi del gaming

Scienze

Sars cov 2: cosa succede se i bambini si ammalano a lungo di covid?

Makalu 67

Makalu 67 di Mountain: il primo mouse con PixArt PMW3370

Scienze

Trapianto di rene da maiale a uomo: cosa comporta?

Avevi mai sentito parlare di tumore al cuore o mixoma? Pensi che questa importante scoperta aiuterà anche nella genesi di altri tipi di tumore? Dicci cosa ne pensi nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Nicola
Voto iCrewers :
     

A mia moglie è stato asportato un mixoma intramuscolare di 3,5cm nel vasto mediale della coscia dx. Siamo in attesa di consigli per capire sul da farsi.

Teufel CAGE

22 ottobre, 2021

Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0