Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Titanokorys gainesi

Titanokorys gainesi: granchio vissuto 500 milioni di anni fa

Il Titanokorys gainesi è un lontano parente del granchio a ferro di cavallo che è vissuto oltre 500 milioni di anni fa, ma cosa sappiamo su di lui? Cosa aveva di diverso rispetto a quello che ancora troviamo nelle nostre acque?

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Gli scienziati hanno scoperto un gigantesco parente preistorico del granchio a ferro di cavallo nel Burgess Shale in Canada, il Titanokorys gainesi, un granchio vecchio di 500 milioni di anni, almeno secondo uno studio pubblicato mercoledì sulla Royal Society Open Science.

Secondo gli studiosi, si ritiene che la creatura sia stata una delle più grandi del suo tempo, superando altri granchi preistorici scoperti in precedenza.

Titanokorys gainesi

I paleontologi del Royal Ontario Museum hanno chiamato la nuova specie Titanokorys gainesi e l’hanno datata al periodo Cambriano, una parte di un’era tra 541 e 485,4 milioni di anni fa che ha prodotto la più intensa esplosione di evoluzione mai vista.

Mentre la maggior parte degli organismi oceanici del periodo non era più grande di un mignolo, il Titanokorys gainesi era lungo più di mezzo metro, rendendolo di fatto enorme già all’epoca.

“Le dimensioni di questo animale sono assolutamente sbalorditive, questo è uno dei più grandi animali del periodo Cambriano mai trovati”

ha dichiarato Jean-Bernard Caron, nella posizione di Richard M. Ivey Curator of Invertebrate Paleontology e professore associato di ecologia ed evoluzione Biologia e Scienze della Terra presso l’Università di Toronto, in un comunicato stampa.

Dettagli sulla specie del Titanokorys gainesi

Titanokorys gainesi

Sia il Titanokorys gainesi che l’Anomalocaris erano radiodonti, che erano artropodi primitivi con “occhi sfaccettati, una bocca a forma di fetta di ananas, foderata di denti, un paio di artigli spinosi sotto la testa per catturare la preda e un corpo con una serie di lembi per nuotare“, secondo quanto scritto nel comunicato stampa.

“Questi animali enigmatici hanno certamente avuto un grande impatto sugli ecosistemi dei fondali marini del Cambriano. I loro arti nella parte anteriore sembravano più rastrelli impilati e sarebbero stati molto efficienti nel portare tutto ciò che catturavano nelle loro minuscole spine verso la bocca”

ha aggiunto Caron.

Alcune specie di radiodonti avevano anche un grande carapace, o conchiglie difensive, ed il Titanokorys gainesi ne ha uno dei più grandi mai trovati.

Sfortunatamente, gli scienziati hanno una scarsa comprensione del motivo per cui alcuni radiodonti hanno “una serie così sconcertante” di dimensioni e forme del carapace, ma la testa ampia e piatta di Titanokorys è stata probabilmente progettata per aiutarlo a nutrirsi sul fondo dell’oceano.

Titanokorys gainesi

“La testa è così lunga rispetto al corpo che questi animali sono davvero poco più che teste che nuotano”,

ha affermato in una dichiarazione Joe Moysiuk, coautore dello studio e studente di dottorato in ecologia e biologia evolutiva presso l’Università di Toronto.

Il Burgess Shale, situato nel Parco nazionale di Kootenay in Canada, è stato scoperto meno di 10 anni fa, tuttavia gli scienziati hanno già trovato molti parenti più piccoli di Titanokorys con carapaci di forma simile nella zona.

Secondo i paleontologi, Titanokorys e i suoi parenti potrebbero aver gareggiato per prede simili che abitano sul fondo.

Se sei attratto dalla scienza o dalla tecnologia, continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Potrebbe interessarti...

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Tesla

Robot umanoide di Tesla: il probabile lancio nel 2022

PayPal

PayPal lancia il suo servizio di criptovaluta in UK

Realme Book

Realme Book in arrivo il 18 agosto con CPU Intel

Polizia di Stato

1518: Come ottenere informazioni sulla viabilità stradale

E tu cosa ne pensi di questa scoperta?

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0