Terapia ormonale

Terapia ormonale: un test del 2015 aiuterebbe i transgender

Secondo uno studio iniziato nel 2015, una terapia ormonale negli adolescenti transgender, potrebbe essere associata a una migliore salute mentale

Naviga tra i contenuti

La terapia ormonale è una via attraverso la quale le caratteristiche fisiche di una persona transgender possono essere allineate alla sua identità di genere, ma esattamente quando è il momento più efficace e sicuro per iniziare il trattamento si è rivelato un argomento controverso.

Terapia ormonale

Ora, il più grande sondaggio mai condotto sugli adulti transgender negli Stati Uniti ha scoperto che iniziare un trattamento ormonale da adolescente può ridurre l’ideazione suicidaria, l’abuso di sostanze e l’insorgenza di gravi disturbi di salute mentale tra le persone transgender.

Questa nuova ricerca, pubblicata sulla rivista PLOS ONE, è stata guidata da ricercatori della Stanford University School of Medicine, e sono state intervistate oltre 27.000 persone transgender degli Stati Uniti, che si sono offerte volontarie per partecipare nel 2015. Tutti i partecipanti avevano più di 18 anni e dei 27.715 intervistati, 21.598 avevano espresso interesse per la terapia ormonale.

“Non esiste un modo corretto per essere transgender”

ha affermato l’autore principale, il dottor Jack Turban, uno studioso post-dottorato in psichiatria pediatrica e adolescenziale presso la Stanford Medicine, in una dichiarazione.

Sebbene alcuni individui transgender non desiderino cercare una terapia ormonale, “per alcuni giovani transgender, le loro reazioni negative a vivere in corpi che si sviluppano durante la pubertà in modi che non corrispondono a chi sanno di essere possono essere molto dannose”.

I risultati di questo studio sulla terapia ormonale

L’analisi dei dati si è concentrata sulle persone interessate alla terapia ormonale, esaminando l’età in cui i partecipanti hanno iniziato la terapia ormonale (da 14 a 15, da 16 a 17 o 18+) rispetto a un gruppo di controllo di 8.860 partecipanti che desideravano ma non hanno mai ricevuto la terapia ormonale.

Terapia ormonale

I partecipanti hanno auto-riferito la loro salute mentale, toccando argomenti tra cui l’uso di sostanze e pensieri o tentativi di suicidio, inoltre hanno anche completato un questionario per valutare il loro benessere psicologico.

I partecipanti che hanno ricevuto un trattamento ormonale hanno avuto un minor numero di casi di grave disagio psicologico o ideazione suicidaria nell’anno precedente l’indagine rispetto al gruppo di controllo. Per grave disagio psicologico, queste probabilità sono state ridotte del 222%, 153% e 81% tra i partecipanti la cui terapia ormonale è iniziata rispettivamente nella prima adolescenza (14-15), nella tarda adolescenza (16-17) e nell’età adulta. Per l’ideazione suicidaria, c’è stata una riduzione rispettivamente del 135%, 62% e 21%.

Mentre coloro che hanno ricevuto la terapia ormonale durante l’adolescenza avevano minori probabilità di abuso di sostanze rispetto al gruppo di controllo, coloro che l’hanno ricevuta in età adulta hanno visto una probabilità maggiore rispetto alle persone che non hanno mai ricevuto un trattamento.

“Alcuni individui possono diventare più sicuri e socialmente impegnati quando iniziano a prendere gli ormoni”

ha affermato Turban, per poi aggiungere:

“Questa scoperta parla dell’importanza di creare programmi di consulenza sull’uso di sostanze su misura per le persone transgender”.

Terapia ormonale

I ricercatori sperano che i risultati possano essere portati all’attenzione dei legislatori in modo che possano vedere che i loro dati non supportano progetti di legge che bandirebbero la terapia ormonale per i giovani transgender.

“Questi risultati non sorprenderanno i fornitori, ma sfortunatamente molti legislatori non hanno mai incontrato giovani transgender”

ha detto Turban, che poi ha aggiunto:

“È importante che i legislatori vedano i numeri che supportano le esperienze dei giovani transgender, delle loro famiglie e delle persone che lavorano in questo campo. Stiamo aggiungendo alla base di prove che mostra perché l’assistenza di affermazione di genere è benefica dal punto di vista della salute mentale”.

Se sei attratto dalla scienza o dalla tecnologia, continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Cosa ne pensi di questo studio? Secondo te potrebbe sollevare la situazione di tante persone che, al momento hanno difficoltà?

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI