Starship SN15

Starship SN15: dopo soli 5 tentativi è fatta la storia

Elon Musk e SpaceX segnano la storia con Starship SN15 e il suo perfetto atterraggio

Il prototipo Starship SN15 di SpaceX ha effettuato l’atterraggio, è questo che si legge ovunque nelle ultime ore, ma perché è così importante?

L’ultimo prototipo Starship SN15 della compagnia di voli spaziali privati, SpaceX, ​​ha effettuato oggi un volo di prova ad alta quota (5 maggio negli Stati Uniti, la notte tra il 5 e il 6 per noi in Italia), durante il quale è riuscito, per la prima volta, a non sbagliare nulla, dal decollo all’atterraggio.

“Siamo a terra! L’astronave è atterrata”

ha detto John Insprucker, il principale ingegnere di integrazione di SpaceX, durante il commento dal vivo.

Starship SN15

Il test senza equipaggio di oggi è avvenuto in occasione del 60° anniversario del primo volo spaziale con equipaggio degli Stati Uniti, la gita suborbitale dell’astronauta della NASA Alan Shepard.

La concomitanza storica è puramente casuale, ma appropriato in quanto il successo dello Starship SN15, segna un grande passo avanti nei piani di SpaceX per aiutare a estendere l’impronta dell’umanità fino alla frontiera finale, quella interplanetaria.

Lo Starship SN15, realizzato in acciaio inossidabile (“Numero di serie 15”), è decollato dal sito di test Starbase di SpaceX, vicino al villaggio di Boca Chica nel sud del Texas, ieri alle 18:24. EST (22:24 GMT).

Il prototipo è volato per circa 10 chilometri nel cielo, ha eseguito una serie di manovre ed è tornato giù per un atterraggio sicuro sulla sua piattaforma di atterraggio designata realizzata in cemento, sei minuti dopo il decollo.

Quest’ultimo traguardo ha aperto nuovi orizzonti, questo perché i quattro immediati predecessori dello Starship SN15 sono finiti tutti a pezzi dopo aver tentato voli simili negli ultimi cinque mesi, ottenendo in ogni caso praticamente tutti gli obiettivi tranne l’ “atterraggio morbido”.

Starship SN15

Uno di quei veicoli, SN10, sembrava atterrare in sicurezza per concludere il suo volo di marzo, ma poco dopo scoppiò un incendio alla sua base e il velivolo esplose. Un incendio ha anche leccato la base dell’SN15 subito dopo l’atterraggio di ieri, ma è stato spento in tempi relativamente brevi.

SpaceX ha imparato alcune lezioni da quegli altri atterraggi difficili, lezioni tramutate in informazioni che sono poi infine state convogliate nello Starship SN15, il quale è leggermente diverso dai prototipi precedenti.

“Lo Starship SN15 ha miglioramenti del veicolo nelle strutture, nell’ avionica e nel software, e i motori che consentiranno una maggiore velocità ed efficienza durante la produzione e il volo.

In particolare, una nuova suite avionica migliorata, un’architettura del propellente aggiornata nella gonna di poppa e un nuovo design del motore Raptor e configurazione “

hanno scritto i rappresentanti di SpaceX in una descrizione del volo di oggi.

L’importanza dello Starship SN15 per il futuro

Starship SN15

SpaceX sta sviluppando Starship per portare persone e merci sulla Luna, Marte e altre destinazioni lontane, con il sistema che è composto da due elementi, entrambi progettati per essere completamente e rapidamente riutilizzabili: una navicella spaziale chiamata Starship e un gigantesco booster del primo stadio chiamato Super Heavy.

Entrambi questi veicoli saranno alimentati dal motore Raptor di nuova generazione di SpaceX, con Elon Musk –fondatore e CEO di SpaceX– che afferma che la Starship avrà sei Raptors e Super Heavy ne avrà circa 30.

Sebbene lo Starship SN15 sia un prototipo di astronave a grandezza naturale in termini di altezza e larghezza, presenta solo tre Raptor. Le future varianti di test saranno più potenti e dovremmo vedere questi veicoli rinforzati volare relativamente presto, senza contare che Musk ha affermato che SpaceX mira a lanciare un’astronave nell’orbita terrestre prima della fine dell’anno.

Se il programma di test procede bene, Starship potrebbe essere attivo e funzionante non molto tempo dopo, ed il suo fondatore ha recentemente affermato che si aspetta che il sistema sia pienamente operativo nel 2023, anche se ha riconosciuto che le sue tempistiche tendono ad essere ambiziose.

Starship SN15

SpaceX ha già una missione Starship sui libri con una data di lancio target per il 2023, parlo di “dearMoon“, che invierà il miliardario giapponese Yusaku Maezawa e una manciata di altre persone in un volo di una settimana attorno al vicino –più vicino– della Terra.

La navicella spaziale Starship, se tutto andrà secondo i piani, verrà utilizzata anche per trasportare gli astronauti della NASA sulla luna, a riprova di ciò, il programma di esplorazione lunare Artemis dell’agenzia spaziale, ha recentemente scelto Starship come lander lunare con equipaggio.

Artemis mira a stabilire una presenza umana sostenibile a lungo termine su e intorno alla luna entro la fine del periodo 2020-2029, in modo tale che le conoscenze e le abilità acquisite durante questo sforzo, aiutino l’umanità ad arrivare su Marte tra il 2030 e il 2039, almeno secondo quanto hanno detto i funzionari della NASA.

Negli ultimi anni, la NASA ha lavorato per realizzare il primo sbarco sulla luna di Artemis con equipaggio entro la fine del 2024, come deciso dall’amministrazione dell’ex presidente Donald Trump, tuttavia quella tempistica dovrebbe essere allentata sotto il presidente Joe Biden.

Se sei attratto dalla scienza continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

E tu sei stato uno di quelli che ha seguito la diretta dello Starship SN15? Sei d’accordo sul fatto che questo è un grande passo per il futuro? Dicci la tua qui sotto nei commenti!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI