Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Squilibrio energetico della Terra

Squilibrio energetico della Terra: in 13 anni record negativo

Negli ultimi 13 anni c'è stato uno squilibrio energetico della Terra che ahimè non prospetta nulla di buono

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Tra il 2005 e il 2019, lo squilibrio energetico della Terra è quasi raddoppiato, almeno secondo una nuova e recentissima ricerca.

Il bilancio energetico della Terra può essere visto come la quantità di energia solare irradiata che il pianeta riceve dal Sole (assorbita nella sua atmosfera e superficie) rispetto alla quantità di energia termica infrarossa che la Terra riemette nello spazio.

Squilibrio energetico della Terra

I gas serra hanno alterato questo aspetto, andando ad intrappolare più energia e aumentando la temperatura media del pianeta, mettendo in contrasto il bilancio energetico.

Lo squilibrio energetico della Terra è attualmente dello 0,3 percento, il che significa che la Terra sta assorbendo più calore di quello che sta emettendo nello spazio.

A misurare lo squilibrio energetico della Terra ci pensano due delle più famose agenzie globali: la NASA e la National Oceanic and Atmospheric Administration (NOAA); questi due enti tuttavia misurano questo rapporto in modi diversi.

La NASA utilizza la suite di sensori satellitari Clouds and the Earth’s Radiant Energy System (CERES), che fornisce un quadro globale del bilancio energetico.

NOAA ha Argo, una serie globale di galleggianti oceanici che stimano la velocità con cui gli oceani si stanno riscaldando, ed il novanta percento dell’energia in eccesso nello squilibrio energetico viene assorbita dagli oceani, quindi questo è un approccio importante.

Squilibrio energetico della Terra

Le nuove scoperte, pubblicate su Geophysical Research Letters, combinano questi due approcci, dimostrando che non solo le scoperte delle due agenzie sono d’accordo, ma che l’aumento delle emissioni di anidride carbonica, metano e altri gas pericolosi sta intrappolando il calore nella nostra atmosfera e catturando radiazioni che altrimenti sfuggirebbero nello spazio.

“I due modi molto indipendenti di guardare ai cambiamenti nello squilibrio energetico della Terra sono in netto accordo e stanno entrambi mostrando questa tendenza molto ampia, e ci dà conferma che quello che stiamo vedendo è un fenomeno reale e non solo un artefatto strumentale.

Le tendenze che abbiamo trovato erano piuttosto allarmanti in un certo senso”.

ha affermato in una dichiarazione l’autore principale Norman Loeb, ricercatore principale per CERES presso il Langley Research Center della NASA.

L’impatto dell’uomo nello squilibrio energetico della Terra

Gli effetti dell’attività umana sul bilancio energetico sono noti come forzanti antropogenici ed è stato dimostrato che sono l’effetto dominante dietro i drammatici cambiamenti a cui stiamo assistendo nel clima della Terra.

Nonostante ciò, i ricercatori notano che la natura non ci ha aiutato durante il periodo studiato, poiché l’oscillazione decadale del Pacifico è passata da una fase fredda a una fase calda, intensificando lo squilibrio energetico della Terra.

“È probabilmente un mix di forzatura antropogenica e variabilità interna e, in questo periodo, stanno entrambi causando il riscaldamento, che porta a un cambiamento abbastanza grande nello squilibrio energetico della Terra. L’entità dell’aumento è senza precedenti”.

ha detto Norman Loeb.

Squilibrio energetico della Terra

Per farti un’idea della quantità di energia che la Terra ha assorbito negli ultimi 14 anni, il coautore Gregory Johnson del Pacific Marine Environmental Laboratory della NOAA ha detto al Washington Post che era l’equivalente di tutti i 7,67 miliardi di persone sul pianeta che usano 20 bollitori elettrici contemporaneamente o quattro esplosioni al secondo della bomba atomica sganciata su Hiroshima.

Ci sono molti fattori, sia naturali che causati dall’uomo, che contribuiscono allo squilibrio energetico, quindi le previsioni per i prossimi decenni rimangono con significative incertezze.

Detto questo, se non si riduce l’intrappolamento di energia, il clima cambierà ancora di più:

“Osservare l’entità e le variazioni di questo squilibrio energetico è vitale per comprendere il cambiamento climatico della Terra”,

ha affermato Johnson.

Se sei attratto dalla scienza continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Potrebbe interessarti...

Scienze

Tardigrada: trovato un fossile di 16 milioni di anni

Windows 11

Windows 11 è qui: prime impressioni e consigli

Scienze

William Shatner: nello spazio a 90 anni con Blue Origin

Netflix

Abbonamento Netflix più costoso a partire da oggi

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Dal tuo punto di vista, siamo ancora in tempo per cambiare questo trend? Tu, nel tuo piccolo, cosa fai per limitare l’inquinamento globale? Parliamone qui sotto nei commenti!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0