Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Sclerosi multipla: ecco i primi risultati di una nuova cura

I primi risultati dello studio hanno evidenziato un arresto della progressione della malattia e il ripristino di alcune capacità motorie nei topi

Sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Science i primi risultati di un nuovo trattamento nella terapia contro la sclerosi multipla e testato sui topi.

Sclerosi multipla

Uur ahin, immunologo e docente di Oncologia presso l’Universita’ di Magonza, ha spiegato che: “In pratica viene inoculata una sezione di RNA messaggero, materiale genetico che porta le cellule del corpo a produrre una proteina che conferisce l’immunità. Nel caso del vaccino contro il Covid-19, il sistema immunitario riconosce il virus in caso di reinfezione, producendo gli anticorpi specifici e combattendo l’infezione prima che possa diffondersi, mentre per la SM la tecnologia impedisce al sistema di attaccare i neuroni nel cervello e nel midollo spinale, prevenendo l’eventuale perdita della funzione corporea”.

Sclerosi multipla: qualche dettaglio sulla nuova terapia

Sclerosi multipla

Secondo le osservazioni cliniche è stato evidenziato un arresto della progressione della malattia e il ripristino di alcune capacità motorie nei topi: “La sclerosi multipla – aggiunge Uur ahin – Insorge quando il sistema immunitario deteriora lo strato protettivo che circonda i neuroni, la guaina mielinica, che consente il passaggio di impulsi elettrici attraverso le cellule. Come risultato di questa interruzione, quindi, il paziente perde progressivamente delle funzionalità del corpo, fino all’arresto della respirazione”.

I trattamenti attuali – continua lo scienziato – Prevedono lo smorzamento del sistema immunitario, per ritardare il degrado della guaina mielinica, ma questo rende la persona vulnerabile alle infezioni poiché non è in grado di combattere virus o batteri. Un vaccino contro la SM potrebbe introdurre informazioni genetiche in grado di educare il sistema immunitario a non attaccare la guaina mielinica”.

Il team di scienziati ha somministrato il vaccino per la sclerosi multipla ad alcuni topi affetti da encefalomielite autoimmune, l’equivalente animale della SM umana: “La nostra soluzione si è dimostrata in grado di bloccare tutti i segni clinici della malattia – specifica Ahin – mentre gli esemplari di controllo hanno mostrato tutti i sintomi della problematica. In alcuni roditori erano già state osservate manifestazioni evidenti e avanzate, come la paralisi della coda, prima della somministrazione del vaccino”.

“In questi casi l’inoculazione ha portato a un’inversione della paralisi, ripristinando le funzioni motorie – conclude lo studioso – saranno necessari ulteriori approfondimenti prima di avviare studi clinici su partecipanti umani, ma speriamo che questi risultati rappresentino il primo passo verso un vaccino efficace contro la sclerosi multipla”.

Potrebbe interessarti...

Xiaomi

Anche Xiaomi nella lista nera degli USA, ora cosa succede?

Honor

HONOR MagicBook Pro e HONOR Band 6 presto disponibili

Scienze

Gennaio 2021, il buco nell’ozono si è chiuso

Nintendo Switch Pro

Nintendo Switch Pro in arrivo con display OLED secondo un leak

Asus Zenfone 6

Rilasciato l’aggiornamento che porta Android 11 su Zenfone 6

OnePlus Nord

Da oggi puoi provare Android 11 su OnePlus Nord

Cosa ne pensi di questa nuova ricerca? Pensi che il vaccino contro la sclerosi multipla sia vicino? Parlacene nei commenti.

 

Sottoscrivi
Notificami
guest
10 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Maria Rosa

Ci spero vivamente anche se sono molto scettica. Anche perché nelle cavie per la sperimentazione la SM, mi è stato detto, che la malattia è indotta e non è per una “deficienza ” del sistema immunitario avvenuta naturalmente. In tanti anni di SM ne ho lette tante di notizie che mi ( ci) facevano illudere per poi non sentire più nulla. Comunque la speranza non muore mai!

Sofia stella

Si sbrigassero che ho una vita da vivere…

Filomena

Ci illudono …ma poi non si vede mai il finale

Antonietta

Si può essere ottima notizia, ma vi prego non prendete i in giro perché c’è gente che soffre è non ne può più di notizie che poi finiscono in bolle di sapone. La speranza però è ultima a morire..

Marilena

Lo spero con tutta me stessa

Shirin

Possiamo solo sperare in una risoluzione di questa dannata malattia… che altro fare??

Cinzia Merlin

Fosse vero!!!!

Anna

17 anni fa a grandi titoli sui giornali c’era scritto in arrivo il vaccino contro la sclerosi multipla, sparito. Ma si spera sempre.

Arnsldo

Credo e spero di si

Pietro Gualtieri

Che aspetto ….cerco di nn illudermi …troppe volte sembrava che si fosse trovata la cura ……aspetto .

app gratis

16 gennaio, 2021

GXT 877 Scarr

05 gennaio, 2021

Trust GXT 877 Scarr

Recensione

23 dicembre, 2020

Tronsmart Mega Pro

Recensione

HyperX Quadcast S RGB2

04 dicembre, 2020

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0