Troubadour Apex Backpack

Recensione Troubadour Apex Backpack

Troubadour Apex Backpack è quanto di più pensato ci sia per lavorare fuori casa giornate intere, senza fatica

Naviga tra i contenuti

Troubadour Apex Backpack è lo zaino progettato per chi ha necessità di rimanere fuori casa, magari facendo il pendolare, e al tempo stesso portarsi dietro materiale indispensabile. PC, oggettistica da ufficio, pranzo o cena sono difficili da portare con sé se non si possiede uno zaino, una borsa o simile ben organizzato. Tutto deve essere messo al posto giusto, un incastro perfetto, che permette il trasporto senza far soffrire neanche la schiena. Sembra una questione da non tener conto, ma in realtà è una delle prime caratteristiche da osservare in un prodotto simile. Troubadour ha pensato proprio a tutto, cercando di rendere l’Apex Backpack ergonomico, elegante e utile.

I materiali utilizzati sono tutti riciclati, strizzando l’occhio all’ecosistema; non parliamo di un normale riciclo, in quanto la scelta è ricaduta sui materiali impermeabili, comprese le cerniere. Una maggior sicurezza per tenere al riparo tutti i documenti importanti all’interno dell’Apex Backpack. E grazie a ciò, anche la pulizia risulterà facile e veloce. Ma di questo ne parlerò più avanti nella recensione. L’Apex Backpack ha un costo di €278,58 e potrai acquistarlo direttamente dal sito ufficiale di Troubadour. Con spedizione gratis, in quanto andrai a superare i €113,71 di spesa.

Sei pronto a scoprirne di più sullo zaino Troubadour Apex Backpack?

Troubadour Apex Backpack

Troubadour Apex Backpack per tutti i gusti

Il Troubadour Apex Backpack arriva comodamente a casa all’interno di una scatola con sopra il marchio dell’azienda e poche altre informazioni; abbastanza anonima, potrebbe essere un ottimo pacco regalo che non svela molto altro dell’interno. Una volta aperto, il contenuto appare e lo zaino è imbustato direttamente all’interno. Non aspettarti imbottiture strane o che protegga da chissà quali interperie durante i lunghi viaggi dei corrieri, perché si tratta di uno zaino impermeabile e ciò che troverai sarà più che sufficiente.

In un primo momento noterai sicuramente la grandezza del Troubadour Apex Backpack e non avrai tutti i torti; parliamo di un prodotto la cui larghezza è di 32 cm, l’altezza di 48 cm e la profondità di 15 cm. Possiamo ben dire che se sei una persona alta, queste dimensioni non ti scoraggeranno, ma se sei una persona bassa come me ti risulterà essere un prodotto non proprio adeguato. Il suo peso è all’incirca di 1 kg e può portare ben 25 L al suo interno.

Per quanto riguarda lo scomparto dedicato al laptop dovrai rispettare le seguenti misure: 40 x 29 cm; superate queste misure, ti risulterà molto difficile poterlo chiudere correttamente o inserirlo direttamente. Una volta tirato fuori il Troubadour Apex Backpack dal sacchetto di plastica protettivo, noterai le due tasche esterne (adatte per ben due bottiglie d’acqua) e una moltitudine di tasche. Anche dietro, sullo schienale, con tanto di scomparto adatto per poter incastrare il Troubadour Apex Backpack sulla maniglia di una valigia. Ottimo per i viaggi, no?

Troubadour Apex Backpack

Non un semplice zaino

Il Troubadour Apex Backpack è stato progettato appositamente per risultare leggero sulle spalle, con una buona distribuzione del peso sulla schiena. Proprio come hai potuto leggere all’inizio di questa recensione, ogni parte del Troubadour Apex Backpack è stato progettato per essere il più ergonomico possibile e ne puoi avere già un’anteprima dalle foto distribuite fra i paragrafi. Noterai subito che alcune parti risultano essere più in rilievo rispetto al resto e questo perché all’interno di quei rigonfiamenti sono presenti dei cuscinetti.

Sono proprio quest’ultimi a rendere il Troubadour Apex Backpack confortevole in ogni situazione, che tu stia aspettando il treno alla stazione o durante una lunga passeggiata. Il Troubadour Apex Backpack non è solo uno zaino elegante, adatto alla vita da ufficio, ma è stato reso abbastanza versatile per tanti altri progetti. Un esempio è proprio lo sport, anche se il design non si sposa bene con quest’ultima attività. Da persona che va costantemente in palestra, devo dire che il Troubadour Apex Backpack non ha soddisfatto molte mie esigenze, mentre per il lavoro, lo studio o attività similari adempie bene al suo compito.

Anche a livello di design, dove magari in un certo ambito lavorativo è richiesto un vestiario più lineare, quasi anonimo, il Troubadour Apex Backpack riesce a prendersi il centro dell’attenzione dell’intera stanza. I complimenti non sono mai pochi e questo lo porta ad essere un prodotto abbastanza di spicco e che non passa inosservato. Anche grazie ai colori disponibili: nero, blu, marrone.

Troubadour Apex Backpack

Anche uno zaino ha bisogno di manutenzione

L’ho già accennato in qualche paragrafo precedente, ma è bene ribadirlo: i materiali utilizzati sono esclusivamente riciclati e vegani; non parliamo solo del semplice tessuto, dove in alcune parti risulterà più liscio o più ruvido al tatto, ma anche degli spallacci e delle cerniere. I penultimi nominati sono anch’essi ergonomici, ottimi per non far sentire il Troubadour Apex Backpack sulle spalle per tante ore.

La scelta dei materiali è stata fatta appositamente per rendere lo zaino impermeabile e rendere anche più facile la pulizia di quest’ultimo. Perché sì: anche gli zaini hanno bisogno di una costante manutenzione e dovrai seguire delle semplici regole per tenere il Troubadour Apex Backpack il più immacolato possibile. E qua posso capire che sia un vero e proprio fastidio; se i soliti zaini li inserisci all’interno della lavatrice, con il Troubadour Apex Backpack dovrai stare attento anche alla luce.

I materiali sono sì impermeabili, ma sono anche soggetti ad avere macchie o sembrare già usurati in poco tempo. Per pulire lo zaino ti basterà un panno leggermente umido con della semplice acqua; per le macchie più resistenti, potrai usare anche un po’ di sapone ma attenzione a non esagerare. Dopo ciò, potrai semplicemente lasciar asciugare lo zaino naturalmente e mai sotto la luce diretta o vicino a fonti di calore. Questo potrebbe danneggiarlo irrimediabilmente.

Troubadour Apex Backpack

Cosa potresti inserirci?

Partiamo dal presupposto che tutti hanno esigenze diverse, quindi dovrai provare tu stesso o vedere se effettivamente ci potrebbero entrare tutti i tuoi dispositivi preferiti. Lavorando con il pubblico, rimanendo anche ben 13 ore fuori casa, ho sempre bisogno di vari accessori che mi permettono di poter stare il più a lungo possibile tranquilla e senza stress. E le mie esigenze sono: cuffie, powerbank, cavetti vari, dispositivi sanitari personali (come la macchina per il diabete, per esempio), documentazioni varie, spuntini e quantomeno il pranzo.

Niente di eccezionale, vero? Peccato che io possiedo delle cuffie veramente grandi e se viene inserito un PC all’interno del Troubadour Apex Backpack potresti avere delle difficoltà. Consiglio di usare auricolari wireless, in modo da poter trovare il giusto scomparto senza occupare tanto spazio. E, a parte questo mio piccolo e insignificante problema, devo dire che è riuscito nell’impresa quasi egregiamente. Dico quasi perché già il pranzo è un’altra problematica da tenere in considerazione.

Più di una volta mi sono dovuta portare un’altra piccola borsetta dedicata alla sezione cibo e detta francamente: va bene così; anche perché, dal momento in cui ho visto lo zaino, ho subito pensato che non si sarebbe mai dovuto sporcare con le mie torte salate, i miei panini o simili. Gli incidenti possono capitare e la prudenza non è mai troppa. Tieni conto di ciò, ovviamente.

Le mie considerazioni finali? Direi che il Troubadour Apex Backpack non è adatto a tutti e certamente non è per tutte le tasche. Sicuramente non lo consiglierei in ambito scolastico (scuola dell’obbligo), ma lo vedo molto più utile per chi frequenta l’università. Le sue funzioni ci sono e sono chiare a tutti, ma ovviamente ha bisogno di tante piccole accortezze che magari una persona sempre impegnata o in giro non potrà avere. Essendo adesso anche un periodo invernale, non ho potuto sentire come potrebbe essere il calore emanato dallo schienale a contatto con la schiena o con i pochi vestiti. Solitamente, zaini del genere in estate possono rischiare di impregnarsi di sudore o far sentire caldo all’utente. Per l’inverno e l’autunno, ma anche per la primavera, è approvato. E fin qui potresti pensare a un voto basso, in realtà ho deciso di dare una bella sufficienza; a parte quanto hai potuto leggere, il suo lavoro lo fa egregiamente e il fatto che sia impermeabile è già un discreto vantaggio. Personalmente devo sempre portarmi un coprizaino di plastica elasticizzato nelle giornate incerte e non dover pensare anche a questo è soltanto un punto a favore.
0
Su 10
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI