Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Psoriasi

Psoriasi: la glicerina è sicura?

La dottoressa Wendy Bollag, fisiologa cellulare e dermatologa presso il Medical College of Georgia e Charlie Norwood VA Medical Center, insieme al suo team di studio, ha pubblicato una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica International Journal of Molecular Sciences, che rivela diverse evidenze dei modi in cui la glicerina consente la maturazione sana delle cellule della pelle, mostrandosi efficace nel combattere la psoriasi

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

3 1 voto
Voto iCrewers

La psoriasi può beneficiare dell’utilizzo della glicerina: ha dichiararlo in una sua ricerca è la dottoressa Wendy Bollag, fisiologa cellulare e dermatologa presso il Medical College of Georgia e Charlie Norwood VA Medical Center, insieme al suo team di studio.

Psoriasi

I suoi pazienti con diagnosi di psoriasi hanno infatti riferito che la glicerina, un liquido poco costoso, innocuo e leggermente dolce in cima alla lista degli ingredienti in molte lozioni per la pelle, è efficace nel combattere la loro psoriasi. Grazie a queste informazioni, la scienziata e il suo team di ricerca hanno prove oggettive a sostegno dei loro approfondimenti sull’argomento.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica International Journal of Molecular Sciences.

Utilizzo della glicerina nella cura della psoriasi: ecco cosa dice la nuova ricerca

Gli studi hanno rivelato diverse evidenze dei modi in cui la glicerina consente la maturazione sana delle cellule della pelle attraverso quattro fasi che si traducono in uno strato cutaneo liscio e protettivo. La psoriasi è un problema immuno-mediato che si manifesta tipicamente  sia nei giovani che negli adulti in cui le cellule della pelle si moltiplicano rapidamente, accumulandosi in chiazze infiammate.

Psoriasi
ImageJ=1.31u

Ora abbiamo dati sperimentali per mostrare ciò che stanno riportando questi pazienti con psoriasi”, ha affermato Bollag, che quasi 20 anni fa riferì per la prima volta su The Journal of Investigative Dermatology che la glicerina, un alcol naturale e un attrattore di acqua noto per aiutare la pelle ad avere un aspetto migliore, ha anche aiutato in modo sicuro a funzionare meglio aiutando le cellule della pelle a maturare correttamente.

A livello topico, la glicerina è nota per avere un effetto lenitivo ed emolliente. Ma un’altra parte fondamentale della sua efficacia, che il Dr. Bollag ha aiutato a delineare, è la sua conversione nel lipide, o grasso, fosfatidilglicerolo, che alla fine regola la funzione dei cheratinociti, il nostro principale tipo di cellula della pelle, e sopprime l’infiammazione nella pelle stessa.

La glicerina entra nella pelle attraverso vie come l’acquaporina-3, un canale espresso nelle cellule della pelle, e gli scienziati hanno dimostrato che una volta all’interno, l’acquaporina 3 incanala la glicerina in fosfolipasi-D-2, un enzima che converte i grassi nella membrana cellulare esterna in segnali cellulari, convertendo infine la glicerina in fosfatidilglicerolo.

Psoriasi

Nel 2018, Bollag insieme al suo gruppo di ricerca, hanno rivelato che l’applicazione topica di fosfatidilglicerolo ha ridotto l’infiammazione e le caratteristiche macchie cutanee in rilievo in un modello murino di psoriasi. Questa volta hanno deciso di esaminare l’impatto del suo precursore ampiamente disponibile nella glicerina.

Per i nuovi studi, hanno usato imiquimod, che è noto per produrre placche simili alla psoriasi sugli esseri umani che lo usano per problemi come le verruche genitali e alcuni tumori della pelle, per riprodurre la patologia in un modello animale.

I topi hanno bevuto la glicerina naturale o gli scienziati l’hanno applicata localmente. In entrambi i casi, la glicerina ha contribuito a ridurre lo sviluppo delle caratteristiche lesioni cutanee, riferiscono gli scienziati, una scoperta che aiuta a sottolineare che la glicerina funziona in più di un modo per migliorare le condizioni della pelle.

A livello topico, la glicerina ha mostrato la sua azione come emolliente: infatti anche nei topi privi di fosfolipasi-D-2, è stata benefica. Inoltre, sempre a livello topico, sembra competere con il perossido di idrogeno per lo spazio all’interno del canale dell’acquaporina 3.

Psoriasi

Il perossido di idrogeno è comunemente noto come un blando antisettico, ma lo produciamo anche noi e a bassi livelli è una molecola di segnalazione cellulare. Ma ad alti livelli, il perossido di idrogeno produce stress ossidativo distruttivo, che può effettivamente causare la psoriasi.

Gli scienziati hanno scoperto che la glicerina topica ha ridotto i livelli di perossido di idrogeno che entrano nelle cellule della pelle. Quando hanno aggiunto glicerina e perossido di idrogeno allo stesso tempo direttamente alle cellule della pelle, hanno scoperto che la glicerina proteggeva dallo stress ossidativo del perossido di idrogeno.

Il glicerolo sta fondamentalmente superando il perossido di idrogeno nell’entrare e impedendogli di entrare e aumentare lo stress ossidativo“, ha spiegato Bollag: ” L’olio e l’acqua non si mescolano, quindi un altro modo in cui la glicerina può essere utile è sostenere il ruolo principale della pelle come barriera di permeabilità all’acqua”.

D’altra parte, quando la glicerina è stata ingerita dai topi privi della fosfolipasi-D-2, che converte i grassi o i lipidi nella membrana cellulare in segnali, semplicemente non ha funzionato“, ha spiegato Bollag, che ha confermato nella sua ricerca come la glicerina si accoppi con l’enzima per produrre il segnale essenziale per la maturazione delle cellule della pelle.

Bollag vorrebbe che le prossime tappe della ricerca includessero anche studi clinici con dermatologi e pazienti e sta lavorando per coinvolgere uno scienziato in grado di creare quella che pensa sarà la combinazione ottimale: glicerina e fosfatidilglicerolo nella stessa crema topica.

Psoriasi

L’aggiunta di fosfatidilglicerolo stesso, piuttosto che solo la glicerina che lo produce, è essenzialmente un backup poiché ci sono alcune prove che nella psoriasi la conversione essenziale della glicerina in fosfatidilglicerolo non è ottimale. Il laboratorio di Bollag e colleghi ha evidenziato livelli ridotti di acquaporina 3 nella psoriasi, il che probabilmente significa meno fosfatidilglicerolo, quindi rendere disponibile più glicerina può aiutare, anche se non in modo altrettanto efficiente, ad aumentare la disponibilità di questo lipide essenziale per la normale proliferazione delle cellule della pelle.

Passare rapidamente agli studi clinici dovrebbe essere relativamente facile poiché, come per la glicerina, esiste già esperienza con l’uso del fosfatidilglicerolo nell’uomo. Ad esempio, è un componente di alcuni cosmetici di fascia alta.

Bolla sospetta che questo tipo di combinazione, potrebbe aiutare a tenere a bada i primi segni di psoriasi e, con la malattia ad uno stadio più avanzato, utilizzare i trattamenti esistenti per la psoriasi per tenere sotto controllo la condizione della pelle, quindi iniziare ad applicare la glicerina per mantenerla stabile.

Sebbene la sua causa esatta non sia chiara, la psoriasi è una condizione immuno-mediata e i pazienti hanno livelli più elevati di infiammazione, che si traduce con un eccesso di produzione di cellule della pelle che vengono prodotte e maturano in modo anomalo. L’infiammazione cronica li mette anche a maggior rischio di problemi come le malattie cardiache.

I farmaci biologici usati per trattare la psoriasi funzionano in modi diversi per arginare questa risposta immunitaria iperattiva, ma oltre al loro costo elevato, possono mettere il paziente a rischio di problemi come infezioni gravi e cancroL’unico effetto collaterale che ha visto in circa 20 anni di lavoro con la glicerina e l’uso clinico e cosmetico già disponibile, è che può lasciare la pelle leggermente appiccicosa.

Potrebbe interessarti...

Honor Magic 3

Honor Magic 3 Series: performance al top

Scienze

Cellule tumorali persistenti sono responsabili delle ricadute

Scienze

La psicologia ha lottato oltre 1 secolo per capire la mente

Minix Neo U22-XJ

Recensione Minix Neo U22-XJ con Minix Neo A3: il migliore TV Box?

Google

Read Along by Google: l’app che insegna a leggere e scrivere

Scienze

Rilevare terremoti utilizzando i cavi sottomarini di internet

Cosa ne pensi delle evidenze di questa nuova ricerca? Dopo averla letta, saresti disposto a provare, se necessario, la glicerina? Hai già esperienza sulla somministrazione di glicerina a scopo terapeutico per la psoriasi? Parlacene nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
2 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Claudio Delli Paoli
Voto iCrewers :
     

Se funziona e non ha effetti collaterali, perché no!!!

Luigi perra

Io la userei subito.

Teufel CAGE

22 ottobre, 2021

Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0