Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram

Arriva il piccolo robot volante che imiterà le libellule

Gli sviluppatori del MIT hanno creato un micro drone del peso di mezzo grammo capace di battere le ali 500 volte al secondo. Il robot verrà utilizzato per perlustrare zone altrimenti irraggiungibili e per impollinare grandi colture

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Gli scienziati del MIT hanno creato un piccolo robot volante che replica le performances di un insetto e che presto avrà le sembianze che ricordano quelle di una libellula. Non si tratta certo del primo micro robot volante, ma a differenza dei suoi predecessori, la macchina sarà più agile e più resistente agli urti.

Piccolo robot volante

La sfida per gli sviluppatori del MIT, con a capo Kevin Chen del dipartimento di Ingegneria Elettronica, infatti è proprio questa: riuscire a costruire un piccolo drone, o meglio, un drone miniaturizzato, che abbia le caratteristiche di un robot e l’agilità e leggerezza di un insetto.

Piccolo robot volante

Il piccolo robot volante che impollinerà le grandi colture

Ad oggi Chen è riuscito a realizzare un piccolo robot volante, voluminoso come un calabrone del peso di circa mezzo grammo, che è già riuscito a volare all’interno di spazi ristretti e di sapersi destreggiare egregiamente in mezzo alle raffiche di vento, proprio come riuscirebbe a fare un insetto. Le ali del robot raggiungono i 500 battiti secondo e riescono a muoversi grazie al speciali attuatori in gomma, ricoperti da un sottile strato di nanoparticelle.

Nel momento in cui vengono collegate ad una leggera corrente elettrica, l’attuatore si contrae facendo abbassare le ali del robot insetto. Se invece la corrente viene disattivata, l’attuatore si rilassa e l’ala torna alla posizione originale, in questo modo, se si modula correttamente l’impulso di corrente sarà possibile far vibrare le ali dell’apparecchio.

Il robot ha anche dimostrato di essere particolarmente robusto, nonostante la sua struttura apparentemente fragile: il suo involucro morbido infatti, gli consente di rimbalzare contro gli ostacoli che potrebbe incontrare durante il volo, senza esserne danneggiato. Il prototipo ha l’aspetto di una piccola scatola ma Kevin Chen sta lavorando ad un design che ricorda le libellule.

Il prossimo obiettivo della squadra di Chen è quello di equipaggiare il piccolo robot volante con una piccola batteria capace di alimentare il volo in modo tale da poter utilizzare il micro drone per perlustrare ambienti che altrimenti sarebbero inaccessibili o di orchestrare veri e propri sciami utili all’impollinazione di grandi colture.

Potrebbe interessarti...

Scienze

Tardigrada: trovato un fossile di 16 milioni di anni

Windows 11

Windows 11 è qui: prime impressioni e consigli

Scienze

William Shatner: nello spazio a 90 anni con Blue Origin

Netflix

Abbonamento Netflix più costoso a partire da oggi

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Conoscevi già questo progetto del MIT? Pensi che un microrobot possa sostituire in natura la funzione degli insetti? Dicci la tua nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0