Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Nuovo trattamento contro il cancro

Nuovo trattamento contro il cancro: SAR441000 della BioNTech

Il nuovo trattamento contro il cancro della BioNTech, basato sull'mRNA, è finalmente passato alla sperimentazione umana dopo l'enorme successo riscontrato nelle cavie (topi), sarà effettivamente un speranza per il futuro?

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Dopo il successo esplosivo dei vaccini mRNA contro il COVID-19, BioNTech sta rivolgendo la sua attenzione al cancro. Il loro nuovo trattamento contro il cancro, che utilizza una tecnologia simile a quella dei vaccini, ha mostrato grandi promesse nei topi ed è ora in sperimentazione umana per vedere se possono portare lo stesso successo. I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Science Translational Medicine.

Nuovo trattamento contro il cancro

Il trattamento in questione si chiama SAR441000 (BNT131) e va ad unirsi all’enorme lista di candidati della compagnia, con collaborazioni globali e non.

Proprio come il vaccino Pfizer-BioNTech, il nuovo trattamento contro il cancro utilizza l’RNA messaggero per fornire al corpo le istruzioni per produrre proteine, in questo caso però sperano di stimolare il corpo a creare proteine ​​chiamate citochine, che possono avere effetti antitumorali.

Le citochine sono generate naturalmente nel corpo, ma integrandole nei siti con tumori, ricerche precedenti hanno dimostrato che possono ridurre i tumori e persino sradicarli completamente.

Il percorso del possibile nuovo trattamento contro il cancro non sarà semplice

Ovviamente, non è così semplice come aggiungere semplicemente le citochine nell’area desiderata. Le citochine hanno un’emivita molto breve: si degradano rapidamente nel corpo per arrestare la tossicità e quindi i trattamenti precedenti richiedevano una somministrazione costante.

Questo dosaggio costante ha portato a livelli tossici di citochine all’interno del corpo, creando effetti avversi che hanno fermato la loro progressione come trattamento del cancro.

Nuovo trattamento contro il cancro

In altri trattamenti invece, i ricercatori hanno cercato di indirizzare le citochine direttamente ai tumori utilizzando vettori virali, ma ciò ha portato a problemi genetici e interferenze da parte del sistema immunitario che erano indesiderabili.

Se solo ci fosse stato un modo sicuro per stimolare il corpo a creare queste citochine nel punto desiderato, prevenendo un sovraccarico di citochine che viaggiano in tutto il corpo e causano problemi: ecco che entrano in gioco le terapie mRNA e questo nuovo trattamento contro il cancro.

Inserendo un cocktail di mRNA che codifica le citochine direttamente nel tumore, il corpo crea quelle citochine in grandi quantità, pronte a respingere la massa in rapida crescita di cellule tumorali. Quando BioNTech, in collaborazione con Sanofi, ha provato questo su 20 topi con melanomi, 17 topi hanno prodotto abbastanza citochine per ridurre efficacemente i tumori a nulla entro 40 giorni.

Quando questo nuovo trattamento contro il cancro è stato utilizzato su topi con due diversi tipi di tumori (melanomi e cancro ai polmoni), la terapia iniettata nei melanomi ha funzionato per ridurli, ma ha anche viaggiato fuori sede e ha inibito anche la crescita dei tumori polmonari.

Gli esperimenti suggeriscono che la nuova terapia potrebbe essere potente contro i tumori mirati e qualsiasi tumore secondario che potrebbe derivare dalla sua diffusione.

Nuovo trattamento contro il cancro

Come affermato sopra, le terapie con citochine hanno spesso effetti indesiderati, tuttavia questo trattamento ha lasciato i topi senza effetti avversi osservabili.

Sfruttando il successo nei topi, i ricercatori sono passati rapidamente alla sperimentazione umana, ed è in corso un ampio studio di fase 1/2 che coinvolge 231 partecipanti, con dati preliminari di 17 pazienti pubblicati nel novembre 2020 che non mostrano effetti collaterali gravi. Per ora, il trattamento si rivolge a melanomi e tumori solidi specifici se utilizzato in combinazione con altre terapie, ma i ricercatori sperano di mirare ad altri in futuro.

Se sei attratto dalla scienza o dalla tecnologia, continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Potrebbe interessarti...

Scienze

Balena preistorica a quattro zampe: 43 milioni di anni fa

Scienze

Endometriosi: individuata causa genetica e target del farmaco

Tesla

Robot umanoide di Tesla: il probabile lancio nel 2022

PayPal

PayPal lancia il suo servizio di criptovaluta in UK

Realme Book

Realme Book in arrivo il 18 agosto con CPU Intel

Polizia di Stato

1518: Come ottenere informazioni sulla viabilità stradale

Secondo te questo nuovo trattamento contro il cancro darà la svolta a una situazione patologica che, ogni anno, miete milioni di vittime? Secondo te potrebbe essere davvero il momento decisivo? Parliamone qui sotto nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
1 Comment
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Graziano

Ok

Tronsmart Studio

14 settembre, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0