Missione Djedi

Missione Djedi: un robot esplora la Grande Piramide di Giza

Durante la missione di Djedi è stato impiegato un sofisticato robot per provare a catturare gli ultimi segreti della Grande Piramide di Giza

Naviga tra i contenuti

Durante la Missione Djedi, per andare incontro agli studiosi che volevano carpire i segreti ancora nascosti della Grande Piramide di Giza, è stato utilizzato un robot equipaggiato con una telecamera capace di scrutare i più remoti anfratti della struttura.

Missione Djedi

Missione Djedi: un robot svela i segreti delle piramidi

Durante la missione, il dispositivo robotico è stato utilizzato per esplorare un cunicolo costruito all’interno della piramide dietro la Porta di Gantenbrink: grazie allo sguardo attento della telecamera è stato possibile osservare “il momento in cui un robot si fa strada lungo uno stretto tunnel”.

Missione Djedi

Nessuno conosce lo scopo del cunicolo, si è ipotizzato che potesse essere una presa d’aria o forse l’accesso a una tomba di sepoltura“, ha affermato il professor Bob Richardson dell’università di Leeds.

Lo stesso Richardson ha spiegato che a bloccare un ulteriore accesso al cunicolo c’è, a circa 50 metri dall’ingresso dello stesso, una pietra : “Non sappiamo a cosa stia impedendo l’accesso a quella pietra“, ha specificato: “Siamo riusciti a far passare una telecamera oltre la pietra, e ha rivelato una piccola camera con simboli dipinti sul pavimento”.

Sul sito del progetto si legge: “Abbiamo sviluppato sistemi robotici all’avanguardia per esplorare la Grande Piramide di Giza, in Egitto. I nostri robot hanno la capacità di arrampicarsi su 70 m in uno spazio ristretto di 20 cm per 20 cm mentre distribuiscono telecamere a serpente e trapani. Durante la nostra missione più recente abbiamo navigato con successo negli alberi a sud della piramide e abbiamo dispiegato una telecamera per serpenti e scoperto la scrittura che è stata nascosta per migliaia di anni”.

“Un esploratore robot ha anche fatto delle foto dall’interno della Grande Piramide di Khufu, che ha rivelato geroglifici dipinti oltre uno stretto tunnel e linee che potrebbero essere state fatte da scalpellini. I segni di 4500 anni, visti su immagini video raccolte dalla spedizione di robot Djedi, forniscono indizi su come fu costruita questa parte della piramide”.

Il sofisticato robot ha svelato anche ulteriori simboli che rappresentano alcune tipiche usanze degli antichi egizi ma purtroppo il progetto è stato interrotto per ragioni di sicurezza.   Nonostante questa difficoltà, è stato montato un documentario di 45 minuti  del regista indipendente William Westaway,The Robot, The Dentist and The Pyramid

Conosci la Grande Piramide di Giza? Pensi che la missione Djedi stravolgerà le future ricerche archeologiche? Dicci la tua nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI