Le smart home

Le smart home aiutano il portafogli, ma attenzione alla sicurezza

Spesso non si pensa proprio a tutto

Uno studio condotto dai ricercatori del Pacific Northwest National Laboratory (PNNL) ha dimostrato che le smart home permettono di risparmiare e riducono gli sprechi. Sorprendentemente, il mercato delle smart home ha anche superato gli effetti della crisi pandemica, ma nonostante la rapida diffusione di questo trend e i benefici che una smart home garantisce, è sempre necessario fare attenzione a eventuali attacchi informatici.

Meno richiesta, meno consumi, meno spese: i risultati dello studio

I ricercatori hanno preso in esame quattro diversi tipi di elettrodomestici e impianti presenti comunemente nelle case delle persone: i forni a resistenza elettrica, la pompa di calore, lo scaldabagno elettrico e il condizionatore d’aria. Hanno poi collegato le apparecchiature a un sistema di controllo che, tramite un software, associa gli elettrodomestici alla rete e ne gestisce la domanda. Cosa hanno potuto osservare?

Il sistema di controllo ha permesso di risparmiare moltissima energia (e dunque denaro). Per quanto riguarda lo scaldabagno, il consumo si è ridotto dal 34 all’83% in sole sette ore. I condizionatori, invece, hanno mostrato una riduzione della domanda elettrica del 46% in quattro ore. Lo studio ha dimostrato che la possibilità di controllare tutti gli elettrodomestici permette di gestire al meglio la richiesta e dunque i consumi.

L’importanza della sicurezza

I dispositivi smart sono molto utili perché rendono la casa sempre connessa e comoda, ma è necessario anche renderla più sicura. Questi, infatti, rappresentano dei punti di accesso per gli hacker. Se, per esempio, il cellulare del proprietario venisse malauguratamente rubato o hackerato, la sua casa potrebbe non essere più al sicuro. Allora, come proteggersi?

Ecco alcuni consigli da seguire per evitare che accada tutto questo: verificare sempre che i dispositivi quali computer e smartphone siano protetti da pin e password complesse e aggiornare con cadenza fissa i firmware dei dispositivi, perché altrimenti si rendono gli apparecchi vulnerabili a eventuali attacchi di hacker.

È consigliabile anche modificare pin e password predefiniti del router. Infine, un altro modo molto efficace per rendere invisibile a malintenzionati le comunicazioni che avvengono tra i vari dispositivi della rete domestica è quella di utilizzare una virtual private network (rete virtuale privata), che permette di rendere irreperibili le connessioni tra i vari dispositivi e rendere sicura la rete. Esistono molte vpn, anche gratis, disponibili sul mercato, molto efficaci e molto funzionali. La rete fungerà da tunnel sicuro fra gli utenti e Internet, rendendo l’ISP (Internet Service Provider) invisibile. In questo modo il dispositivo utilizzato entrerà nella rete locale della vpn e il relativo indirizzo IP sostituito, garantendo privacy e sicurezza.

Avevi già pensato a queste accortezze?

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI