Attacchi di cuore, infarto

Infarto: nelle donne sintomi diversi rispetto agli uomini

Diverse ricerche hanno dimostrato che le donne, rispetto agli uomini, hanno sintomi diversi che annunciano un infarto

Sudorazione, nausea, vertigini e stanchezza insolita potrebbero non sembrare sintomi tipici di un infarto. Tuttavia, sono comuni nelle donne e possono manifestarsi più spesso durante il riposo o il sonno. A differenza degli uomini, il dolore, la pressione o il fastidio al petto non sono sempre gravi o addirittura il sintomo più evidente di infarto nelle donne. Ecco perché le donne devono comprendere i loro sintomi specifici e allo stesso tempo lavorare per ridurre il rischio di malattie cardiache.

Attacchi di cuore, infarto

 

Infarto nelle donne: ecco a cosa prestare attenzione

A differenza degli uomini, il dolore, la pressione o il fastidio al petto non sono sempre gravi o addirittura il sintomo più evidente di infarto nelle donne. Ecco perché le donne devono comprendere i loro sintomi specifici e allo stesso tempo lavorare per ridurre il rischio di malattie cardiache .

“È importante riconoscere innanzitutto i fattori di rischio dello sviluppo di malattie cardiache e poi lavorare per frenare i comportamenti che potrebbero esacerbare il  rischio di infarto”, afferma Chatura Alur, MD, medico di medicina di famiglia presso la Mayo Clinic Health System di Mankato. “Alcuni fattori svolgono un ruolo più significativo nello sviluppo delle malattie cardiache nelle donne rispetto a quelli considerati rischi tradizionali, come il colesterolo alto, l’obesità e l’ipertensione “.

Le donne dovrebbero anche controllare questi fattori di rischio di infarto per aiutare a prevenire le malattie cardiache:

Diabete

Stress mentale e depressione

Fumare

Stile di vita sedentario

Anche alcune condizioni, tra cui la menopausa, la sindrome del cuore spezzato e le complicazioni della gravidanza, possono aumentare il rischio di malattie cardiache e infarto per una donna.

“Le donne di tutte le età dovrebbero prendere sul serio le malattie cardiache”, afferma la dott.ssa Alur. “Molte donne tendono a minimizzare i propri sintomi e a non cercare cure finché non si è già verificato un danno cardiaco e diventa necessaria una visita al pronto soccorso. Vogliamo che le donne comprendano l’importanza di ascoltare il proprio corpo, capire cosa ritiene normale per loro e cercare cure prima i sintomi diventano gravi.”

Il Mese del Cuore è un ottimo momento per rinfrescare le conoscenze sulle malattie cardiache nelle donne. Ecco alcuni fatti che potresti non sapere.

Secondo l’American Heart Association, la combinazione di pillola anticoncezionale e fumo aumenta il rischio di malattie cardiache del 20% nelle giovani donne . Il rischio aumenta anche con l’invecchiamento delle donne. Mangiare troppo e condurre uno stile di vita sedentario sono fattori che nel tempo portano al blocco delle arterie. Non lasciare che la tua età ti culli in un falso senso di sicurezza.

Sfortunatamente, tutte le insalate e lo yoga del mondo non possono eliminare il rischio di malattie cardiache. La storia familiare spesso gioca un ruolo.

L’American Heart Association consiglia di iniziare a controllare il colesterolo all’età di 20 anni o prima se la tua famiglia ha una storia di malattie cardiache. È anche importante controllare regolarmente la pressione sanguigna.

Secondo l’American Heart Association, il 64% delle donne che muoiono improvvisamente di malattia coronarica non avevano sintomi precedenti.

Quando le donne avvertono i sintomi di un infarto, questi segnali vengono spesso interpretati erroneamente. I sintomi delle donne sono spesso vaghi: mancanza di respiro, nausea/vomito e dolore alla schiena o alla mascella. Altre donne sperimentano vertigini, stordimento, dolore nella parte inferiore del torace o nella parte superiore dell’addome e estrema stanchezza. Se qualcosa non va o non va bene, non aspettare per consultare un medico.

Attacchi di cuore, infarto

Potresti pensare che non ci sia nulla di sottile in un infarto. Ma la verità è che una serie di sintomi subdoli possono segnalare problemi cardiaci, soprattutto nelle donne.

“C’è una maggiore variazione nei sintomi di un attacco di cuore in una donna”, afferma la dottoressa Rekha Mankad, cardiologa e direttrice della Women’s Heart Clinic presso il campus della Mayo Clinic a Rochester. “Quindi non è sempre l’immagine classica di qualcuno che si stringe la parte sinistra del petto.”

In questo Mayo Clinic Minute, il dottor Mankad spiega ulteriormente come gli attacchi di cuore nelle donne possono apparire e sentirsi diversi rispetto a quelli degli uomini.

“Un classico attacco di cuore: le persone lo hanno descritto come qualcuno che si stringe la parte sinistra del petto mentre prova un dolore molto forte che li fa davvero piegare in due,” dice il dottor Mankad.

Lei dice che potrebbe non essere il caso per una donna. “Sebbene il dolore toracico faccia ancora parte del profilo dei sintomi, di solito non è il sintomo più grave.”

Dice che la mancanza di respiro , la nausea e una forte sensazione di stanchezza o disagio possono anche segnalare un attacco di cuore in una donna. E quel dolore? “E potrebbero avere il dolore che va alla schiena o addirittura essere localizzato esclusivamente tra le scapole. Oppure puoi averlo fino al collo, alla mascella”, dice il dottor Mankad.

La conclusione è che c’è una maggiore variazione nei sintomi di infarto nelle donne. E le donne tendono ad aspettare che vengano indagate. “Le donne sono molto veloci nel coinvolgere i loro mariti quando succede qualcosa. Ma quando si tratta di loro stesse, lo mettono, in un certo senso, alla fine di una lista di cose da fare”, dice il dottor Mankad.

Il dottor Mankad dice che quando si tratta di salute del cuore , dovresti mettere te stesso al primo posto. “Non ignorare mai il tuo sintomo”, dice.

Le morti legate al cuore di celebrità come l’attrice di “Star Wars” Carrie Fisher, il cantautore George Michael e l’attore Bernard Fox ci ricordano con forza che tutti dovrebbero conoscere i sintomi di gravi problemi cardiaci, ha affermato l’American College of Emergency Physicians (ACEP) disse.

Le persone devono prendere sul serio i potenziali sintomi di un attacco cardiaco e chiamare immediatamente i servizi di emergenza o recarsi al pronto soccorso più vicino.

Secondo l’ACEP, i sintomi più comuni di infarto sono:

Pressione fastidiosa, pienezza, costrizione o dolore al centro del torace che dura più di qualche minuto, o va via e ritorna,
Dolore che si diffonde alle spalle, al collo, alla mascella, alle braccia o alla schiena,
Fastidio al torace insieme a vertigini, svenimenti, sudorazione, nausea o mancanza di respiro.
Alcuni sintomi meno comuni includono dolore anomalo al petto, allo stomaco o all’addome; nausea o vertigini; mancanza di respiro e difficoltà a respirare; ansia, debolezza o stanchezza inspiegabili; palpitazioni, sudore freddo o pallore.

L’American Heart Association afferma che, come negli uomini, il sintomo più comune di infarto nelle donne è il dolore o il disagio al petto . Ma le donne hanno maggiori probabilità di sperimentare alcuni degli altri sintomi comuni, in particolare mancanza di respiro, nausea/vomito e dolore alla schiena o alla mascella.

“I pazienti non dovrebbero mai diagnosticarsi da soli”, ha affermato la presidente dell’ACEP, la dottoressa Becky Parker, in un comunicato stampa. “Spesso sono necessari un team di esperti medici e vari test per diagnosticare le cause specifiche del dolore toracico . Se si tratta di un problema cardiaco, quel ritardo nel tempo può rivelarsi fatale.”

Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, le malattie cardiache sono la principale causa di morte negli Stati Uniti, con 610.000 decessi (uno su quattro decessi) all’anno.

OCT2013, Algoritmo, cellule progenitrici, riparazione del cuore, infarto

Ogni anno circa 735.000 americani hanno un attacco di cuore ; circa due terzi di questi sono attacchi per la prima volta. Ma secondo il CDC, solo il 27% degli americani è a conoscenza di tutti i principali sintomi e di come rispondere.

Cosa ne pensi di questo studio? Vorresti avere più informazioni al riguardo? Parlacene nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI