Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
facebook biden

Facebook respinge i commenti di Biden sulle vaccinazioni

Facebook ha reagito dopo che Biden ha affermato che le aziende tecnologiche stanno "uccidendo le persone" consentendo la diffusione della disinformazione.

iCrewPlay è alla ricerca di redattori che si occupino della sezione di scienza e tecnologia: vuoi far parte di un gruppo dinamico e stimolante, recensire i prodotti in uscita e condividere le tue conoscenze con gli altri?

0 0 voto
Voto iCrewers

Facebook e l’amministrazione Biden hanno ingaggiato una guerra verbale sempre più accesa durante il fine settimana, dopo che il presidente Joe Biden ha affermato venerdì scorso, che piattaforme tecnologiche come il gigante dei social media stanno “uccidendo le persone” consentendo la disinformazione sui vaccini COVID-19 di diffondersi online.

“Stanno uccidendo persone”, ha detto Biden venerdì sul prato della Casa Bianca. “L’unica pandemia che abbiamo è tra i non vaccinati”.

Un portavoce di Facebook ha respinto le accuse di Biden, osservando che la società ha indirizzato, ad oltre 2 miliardi di persone, informazioni affidabili su COVID-19 e sui vaccini. Facebook ha un hub online per le informazioni sul COVID-19 come parte di uno sforzo per indirizzare le persone verso fonti autorevoli. Più di 3,3 milioni di americani hanno anche utilizzato lo strumento di ricerca vaccini di Facebook, ha affermato.

“Non saremo distratti da accuse che non sono supportate dai fatti”, ha detto un portavoce di Facebook in una nota. “I fatti mostrano che Facebook sta aiutando a salvare vite. Punto.”

In un post sul blog di sabato scorso, Facebook ha invitato l’amministrazione a smettere di “puntare il dito” e ha impiegato i suoi sforzi per far vaccinare le persone e ridurre la disinformazione sui vaccini.

“L’amministrazione Biden ha scelto di incolpare una manciata di società di social media americane”, ha detto nel post Guy Rosen, vicepresidente dell’integrità di Facebook. “Il fatto è che l’accettazione del vaccino tra gli utenti di Facebook negli Stati Uniti è aumentata”.

Facebook non ci sta a farsi mettere sotto da Biden

facebook biden

I commenti arrivano mentre la tensione tra Washington e Facebook cresce mentre politici e regolatori cercano di tenere a freno il potere delle più grandi aziende tecnologiche del mondo. Biden era stato critico nei confronti di Facebook prima di vincere la presidenza degli Stati Uniti, dicendo al New York Times nel gennaio 2020 che non era un “fan” di Facebook o il CEO Mark Zuckerberg.

Le osservazioni più recentisu Facebook di Biden, sono arrivate il giorno dopo che l’US Surgeon General Vivek Murthy ha emesso un avviso in cui affermava, che la disinformazione sanitaria è una “minaccia urgente” per il pubblico in mezzo alla pandemia di COVID-19 in corso. Sebbene i social network come Facebook affermino di aver intensificato gli sforzi per frenare la diffusione della disinformazione sulla salute, la diffusione di questo tipo di contenuti continua a essere un problema.

L’avviso, pubblicato giovedì, afferma che la disinformazione ha ostacolato la risposta degli Stati Uniti alla pandemia e ha impedito agli americani di vaccinarsi. Invita le società di social media, così come le persone, ad aiutare a combattere la disinformazione sulla salute. Facebook non è nominata direttamente, ma rimane il principale protagonista della vicenda.

“Come chirurgo generale, il mio lavoro è aiutare le persone a rimanere al sicuro e in salute e, senza limitare la diffusione della disinformazione sanitaria, le vite americane sono a rischio”, ha detto Murthy in un comunicato. “Dalle aziende tecnologiche e dei social media che devono fare di più per affrontare la diffusione sulle loro piattaforme, a tutti noi che identifichiamo ed evitiamo di condividere la disinformazione, affrontare questa sfida richiederà un approccio a tutta la società, ma è fondamentale a lungo -termine salute della nostra nazione.”

Durante un’apparizione domenica sulla CNN, Murthy ha attribuito gran parte della colpa alla disinformazione sui social network e nello specifico Facebook. “Queste piattaforme devono riconoscere di aver svolto un ruolo importante nell’aumento della velocità e della scala con cui si sta diffondendo la disinformazione”, ha affermato Murthy.

Murthy ha anche parlato dell’avviso durante un briefing alla Casa Bianca giovedì. Durante quel briefing, il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha affermato che ci sono circa una dozzina di persone che creano il 65% della disinformazione sui vaccini sulle piattaforme dei social media. Questa statistica sembra provenire da un rapporto di maggio pubblicato dal Center for Countering Digital Hate.

Psaki ha anche specificamente chiamato Facebook giovedì, dicendo che l’amministrazione sta segnalando post problematici al gigante dei social media.

“Ci sono circa 12 persone che stanno producendo il 65% della disinformazione anti-vaccino sulle piattaforme dei social media, tutte rimangono attive su Facebook, nonostante alcune siano addirittura state bandite su altre piattaforme di proprietà di Facebook“, ha affermato Psaki.

Facebook ha affermato di aver rimosso più di una dozzina di pagine, gruppi e account da alcune delle persone menzionate da Psaki nella conferenza stampa. Facebook ha affermato di aver anche rimosso più di 18 milioni di post di disinformazione sul COVID-19, controbattendo alle affermazioni dell’amministrazione Biden.

“Abbiamo collaborato con esperti governativi, autorità sanitarie e ricercatori per intraprendere azioni aggressive contro la disinformazione su COVID-19 e sui vaccini per proteggere la salute pubblica”, ha affermato un portavoce di Facebook in una nota.

Potrebbe interessarti...

Minix Neo U22-XJ

Recensione Minix Neo U22-XJ con Minix Neo A3: il migliore TV Box?

Google

Read Along by Google: l’app che insegna a leggere e scrivere

Scienze

Rilevare terremoti utilizzando i cavi sottomarini di internet

Che ne pensi della diatriba? Da che parte stai? Facci sapere nei commenti

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Intel e AMD

20 aprile, 2021

Trump Twitter

20 aprile, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0