Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Condividi su email

Face depixelizer: come recuperare scatti a bassa risoluzione

Da oggi sarà possibile recuperare scatti pixellati grazie ad una nuova applicazione

Face Depixelizer
Face Depixelizer

Ti piacerebbe provare face depixelizer? Hai degli scatti che vorresti recuperare? Parlacene nei commenti.

Quante volte hai scattato una foto di gruppo dove eri particolarmente in forma, ma andando ad ingrandire il particolare del tuo volto appariva pixellato e di conseguenza poco gradevole? Grazie all’intelligenza artificiale e all’app face depixelizer d’ora in poi potrai recuperare tutti gli scatti che vorrai, o quasi tutti.

Face pixelizer: come funziona

Face Depixelizer

L’ applicazione miracolosa è stata sviluppata Denis Malimonov che ha sfruttato l’algoritmo StyleGAN messo a punto dai ricercatori NVIDIA. Malimonov ha creato un metodo di ricostruzione dello scatto abbastanza efficace, anche se perfettibile.

Face Depixelizer infatti utilizza una foto a bassa risoluzione e applica StyleGAN per riuscire a recuperare immagini ad alta risoluzione: i volti interessati vengono riportati a bassa risoluzione per trovare la stessa combinazione di pixel della foto sorgente. Grazie a questa dinamica è possibile ricostruire un volto decisamente somigliante se non identico a quello che si aveva intenzione di recuperare.

Se anche tu vuoi cimentarti con Face Depixelizer, lo puoi fare attraverso Colab di Google o su GitHub. Secondo quanto dichiarato da Malimonov, viene utilizzato Google Drive per la gestione dei modelli con un limite giornaliero, quindi potrebbero verificarsi degli errori come “Google Drive Quota Exceeded” o “No such file or directory: ‘/content/pulse/runs/face.png”, ma se hai un po’ di pazienza potrai riprovare il giorno successivo.

Naturalmente si è subito palesato un problema di tutela della privacy per le immagini utilizzate nel ricostruire i volti pixellati e che in questa fase di sviluppo dell’applicazione sono alla mercé di chiunque. È auspicabile che col tempo l’algoritmo venga perfezionato in modo tale da evitare qualsiasi problema di tipo etico.

Commenti recenti

Commenta qui...

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0