Exxon Mobil

Exxon Mobil: emissioni gas serra a zero entro il 2050

Una tra le big oil attualmente esistenti, Exxon Mobil, ha affermato di voler raggiungere le emissioni zero entro i prossimi 25 anni, tuttavia non tutti sono convinti dalle loro parole

Naviga tra i contenuti

Exxon Mobil, colosso dell’industria dei combustibili fossili, si è impegnata a ridurre le sue emissioni nette di gas serra a zero nel 2050, raggiungendo BP, Shell e altri rivali che hanno fatto promesse simili per affrontare le loro impronte di carbonio.

Forse ti starai chiedendo come le aziende che guadagnano miliardi di dollari vendendo combustibili fossili sarebbero in grado di produrre emissioni nette di carbonio pari a zero, beh questa è un’ottima domanda.

Exxon Mobil
Darren Woods, Chairman; CEO of Exxon Mobil Corporation

Le aspirazioni di emissioni zero di Exxon Mobil sono state annunciate all’inizio di questa settimana nel rapporto sui progressi di Advancing Climate Solutions 2022 dell’azienda. In sostanza, il piano mira a ridurre o compensare le emissioni prodotte attraverso l’estrazione, la raffinazione e la spedizione del loro petrolio e gas (in termini di moda Big Oil, questo è noto come scope 1 e scope 2)

Ma –e questo è un enorme ma– il piano non copre le emissioni risultanti dai prodotti che vendono (scope 3), che rappresentano la stragrande maggioranza delle emissioni di cui sono responsabili, in altre parole, la società ripulirà la propria attività per raggiungere emissioni nette zero entro il 2050, tuttavia continuerà a vendere combustibili fossili come se niente fosse.

“È tipico di Exxon Mobil fare una grande canzone e ballare sulla promessa di raggiungere lo zero netto entro il 2050, continuando a espandere le proprie operazioni di distruzione del clima in tutto il mondo”

ha detto May Boeve, amministratore delegato della ONG ambientale 350.org.

Il termine ‘zero netto” viene utilizzato dai maggiori inquinatori e governi del mondo come una facciata per eludere le responsabilità, spostare gli oneri, mascherare l’inazione climatica e, in alcuni casi, persino per aumentare l’estrazione, la combustione e le emissioni di combustibili fossili.

Exxon Mobil

“Non sorprende che Exxon Mobil, che ha orchestrato una campagna di dubbi e inganni per oltre 40 anni, stia ora affermando di essere parte della soluzione, Se vogliamo affrontare il cambiamento climatico, dobbiamo abbandonare i combustibili fossili”

ha aggiunto lo stesso Boeve.

Exxon Mobil e i suoi annunci non troppo convincenti

Anche altri esponenti per il clima non sono rimasti impressionati dalle parole della big oil, anzi, alcuni sono rimasti particolarmente amareggiati, una tra tutte Kathy Mulvey, direttrice della campagna di responsabilità nel programma Clima ed Energia presso l’Union of Concerned Scientists, la quale ha affermato in una nota:

“La promessa di riduzione delle emissioni di ExxonMobil manca il bersaglio ed è troppo piccola, troppo tardi. Questo impegno copre esclusivamente le emissioni operative, note come scope 1 e 2, che costituiscono solo una piccola parte delle emissioni di riscaldamento globale associate all’attività di un’azienda di combustibili fossili.

Non assumendo alcun impegno a ridurre le emissioni derivanti dalla combustione di petrolio e gas, noto come scope 3, ExxonMobil sta scaricando la maggior parte delle sue emissioni sui consumatori che utilizzano i suoi prodotti esattamente come previsto dall’azienda”.

Exxon Mobil

La combustione di combustibili fossili –carbone, gas naturale e petrolio– rappresenta la maggior parte delle emissioni di gas serra negli Stati Uniti. Secondo l’Energy Information Administration, la combustione di combustibili fossili per l’energia rappresenta il 92% delle emissioni totali di carbonio negli Stati Uniti e il 74% di tutte le emissioni di gas serra degli Stati Uniti.

Anche al di là della promessa di zoppia della Exxon Mobil, gli esperti stanno diventando sempre più critici nei confronti delle aziende e dei paesi che assumono vaghi promesse e impegni “net-zero”.

Zero emissioni nette non significa nessuna emissione. Al contrario, non richiede alcuna riduzione delle emissioni e in genere comporta la “compensazione” delle stesse finanziando progetti di energia rinnovabile, ripristino delle foreste o tecnologia di cattura del carbonio, che attualmente è molto difficile da aumentare.

La Exxon Mobil notoriamente (o famigerata) conosceva il cambiamento climatico e l’impatto della combustione di combustibili fossili dagli anni ’70 e dall’inizio degli anni ’80, ma l’azienda ha scelto di oscurare, minimizzare e trasformare le informazioni. Negli anni ’90 e 2000, Exxon ha contribuito a far avanzare la negazione del cambiamento climatico a livello internazionale.

Exxon Mobil

Una tattica era quella di distorcere il linguaggio che circonda il cambiamento climatico usando retorica e parole d’ordine che puoi ancora sentire oggi usate dagli scettici sul clima: “incertezza”, “solo una teoria”, “prove inconcludenti” e “pregiudizio”.

Ora, sta annunciando piccoli obiettivi futuri per affrontare questo danno, gli esperti dicono che è troppo poco, troppo tardi.

Se sei attratto dalla scienza o dalla tecnologia, continua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Tu cosa ne pensi? Secondo te Exxon Mobil sarà di parola e perseguirà il suo fine, oppure è solo un’affermazione di facciata? Dicci cosa ne pensi al riguardo qui sotto nei commenti!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI