Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
drone a energia solare

Un drone a energia solare, tutto italiano, per le future missioni su Marte

Un drone a energia solare è stato sviluppato da un'agenzia italiana, la Vector Robotics, e verrà testato nei prossimi mesi

0 0 voto
Voto iCrewers

Tra le innumerevoli innovazioni tecnologiche che stanno facendo molti passi avanti, vi sono anche i nuovi droni, sempre più sofisticati ed efficienti. L’ultima novità è il drone a energia solare ideato per affiancare gli astronauti nelle future missioni di esplorazione di Marte.

Il drone si chiama “X5” ed è un piccolo velivolo autonomo, sviluppato dalla società tutta italiana Vector Robotics; nei prossimi mesi il drone sarà utilizzato per alcune simulazioni nel deserto dello Utah, negli Stati Uniti, per testare la sua idoneità di affiancamento agli astronauti nelle future missioni esplorative sul Pianeta Rosso.

Il progetto è stato presentato nel seminario online “Droni con le ali” promosso da Roma Drone Conference, l’evento professionale dedicato alla drone-community italiana.

Com’è fatto X5, il drone a energia solare

Il drone X5 è un convertiplano, ovvero un velivolo in grado di decollare e atterrare verticalmente, e possiede capacità di volo automatico.

drone a energia solare

Questa versione è stata progettata come banco di prova del velivolo che potrà essere usato in futuro su Marte: lo scopo è quello di farlo diventare parte integrante delle missioni internazionali di simulazione “Amadee21” e “Smops”, che si svolgeranno tra ottobre e novembre presso la Mars Desert Research Station (MDRS) nel deserto dello Utah.

L’obiettivo sarà anche sperimentare la mappatura in 3D della superficie marziana in connessione con un rover a terra e simulare voli di ricerca e soccorso di astronauti che dovessero trovarsi in pericolo.

Altri progetti italiani vedono l’utilizzo di droni ad ala fissa e convertiplani, tra cui: la sperimentazione del trasporto di prodotti biomedicali organizzata da Leonardo, Telespazio e Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, in collaborazione con l’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (Enac), impiegando un drone della società svizzera RigiTech; il programma di Enel, tramite la società italo-israeliana Infralab, per l’ispezione delle linee elettriche utilizzando il drone dell’azienda israeliana Gadfin; il progetto del nuovo drone “Rapier X-25” realizzato dalla società Sky Eye Systems (Gruppo Oma) per applicazioni militari e civili.”

Piccoli droni ad ala fissa e convertiplani saranno sempre più utilizzati per missioni a lungo raggio, soprattutto per il monitoraggio del territorio e di grandi reti e anche per il delivery di materiali, ad esempio in ambito postale e sanitario”, ha spiegato Luciano Castro, direttore e conduttore di Rdwx

Il canale Rdwc è promosso da Roma Drone Conference, l’evento professionale dedicato alla drone-community italiana.

 

Potrebbe interessarti...

Canon EOS R3

Canon EOS R3: inizia lo sviluppo della full-frame mirrorless

Vodafone

Vodafone eSIM disponibili ad Aprile 2021

Vodafone

Vodafone Italia: il 5G raggiunge altre 20 città

Yahoo

Yahoo Answers chiuderà definitivamente dal 4 maggio

Vodafone

Vodafone Italia: Blocco servizi a pagamento dopo delibera AGCOM

Scienze

Geni zombie si attivano dopo la morte

Che ne pensi di questa tecnologia messa al servizio dei futuri esploratori del Pianeta Rosso?

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
app gratis

17 aprile, 2021

app gratis

10 aprile, 2021

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0