disinformazione

Disinformazione vaccinale: Youtube dà via al ban

La disinformazione sui vaccini ha raggiunto il limite anche per Youtube, che sta prendendo provvedimenti sempre più seri

In un nuovo tentativo di arginare il flusso di disinformazione sui vaccini, YouTube ha dichiarato mercoledì che non consentirà video che affermano che i vaccini approvati dalle autorità sanitarie sono pericolosi o non funzionano. La piattaforma sta anche vietando importanti account anti-vaccini, tra cui il canale di Joseph Mercola e il Children’s Defense Fund collegato a Robert F. Kennedy Jr.

YouTube ha ritirato gli annunci dai contenuti anti-vaccinazione nel 2019 e ha dichiarato nell’ottobre 2020 che avrebbe rimosso i video che diffondevano disinformazione sui vaccini COVID-19. La nuova politica si espande per bloccare la disinformazione su altri vaccini, tra cui il vaccino antinfluenzale, il vaccino HPV e il vaccino contro morbillo, parotite e rosolia (MMR). I video che affermano in modo impreciso che il vaccino MMR causa l’autismo o che il vaccino antinfluenzale provoca infertilità, ad esempio, non saranno consentiti secondo la nuova politica.

Ci sono alcune eccezioni: YouTube consentirà comunque i video che includono persone che condividono le loro esperienze personali con la vaccinazione. Rimuoverà quel contenuto se i canali su cui si trovano “dimostrano un modello di promozione della disinformazione sui vaccini”. Le linee guida affermano che la piattaforma consentirà anche video con informazioni che violano la politica se quel video include un altro contesto, come dichiarazioni di esperti medici.

Insieme alla nuova politica, YouTube sta anche chiudendo i canali dei principali anti-vaxxer, ha confermato un portavoce di YouTube. Questi includono Joseph Mercola, il Fondo per la difesa della salute dei bambini, Erin Elizabeth e Sherri Tenpenny. I canali di altre due figure importanti, Rashid Bhuttar e Ty e Charlene Bollinger, sono stati chiusi pochi mesi fa, ha detto il portavoce.

Disinformazione organizzata

disinformazione

Queste cifre anti-vaccino fanno tutte parte della “Disinformation Dozen”, un gruppo identificato dal Center for Countering Digital Hate come responsabile della maggior parte delle affermazioni fuorvianti sui vaccini sui social media.

YouTube ha ampliato le sue politiche sui vaccini dopo aver notato che la disinformazione su tutti i vaccini potrebbe contribuire alla sfiducia nei confronti del vaccino COVID-19, ha dichiarato al Washington Post Matt Halprin, vicepresidente per la fiducia e la sicurezza globali di YouTube.

Negli ultimi mesi, il contraccolpo alle vaccinazioni COVID-19 si è ampliato per colpire altri vaccini: il Dipartimento della salute del Tennessee ha sospeso temporaneamente le attività di sensibilizzazione sulle vaccinazioni infantili quest’estate e un senatore dello stato della Florida ha dichiarato di voler “rivedere” i requisiti di vaccinazione scolastica . Allo stesso modo, Facebook ha ampliato la sua politica di disinformazione sui vaccini a febbraio per bloccare le affermazioni secondo cui sono pericolosi.

Cosa ne pensi di queste misure anti disinformazione? Facci sapere nei commenti!

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI