0

British Airways testa una sedia a rotelle a guida autonoma

La sedia a rotelle a guida autonoma è già disponibile e funzionante, ma ancora in fase di test

0

0

Fortunatamente col passare degli anni il mondo comincia a sensibilizzarsi maggiormente riguardo le problematiche che coinvolgono le persone con disabilità motorie, e lo si nota anche dall’interesse che ripongono le grandi aziende in tali questioni. Tra queste c’è British Airways, che recentemente ha svelato una sedia a rotelle a guida autonoma, pensata per la mobilità all’interno degli aeroporti.

Gli aeroporti sono ambienti solitamente molto vasti, dove bisogna fare un bel po’ di cammino per fare check-in, arrivare al proprio gate e insomma compiere tutte le operazioni necessarie prima della partenza, per cui le persone con disabilità motorie possono avere anche grosse difficoltà.

sedia a rotelle a guida autonoma

La sedia a rotelle a guida autonoma è la soluzione pensata dalla compagnia aerea per venire incontro a queste persone, si tratta di una sedia elettrica che nasconde una tecnologia anti-collisione, in grado di evitare lo scontro con oggetti ed altre persone che si presentano durante il tragitto. L’idea è dunque di mettere a disposizione degli utenti diverse unità per ogni aeroporto, così da rendere il tempo trascorso prima della partenza meno problematico.

La sedia si basa sulla Model Ci di Whill, presentata durante il CES 2018, e pare che ogni modello costi circa 4.000$, una spesa non da poco se si pensa ad una grossa quantità necessaria per soddisfare le esigenze di tanti aeroporti.

Attualmente la sedia a rotelle a guida autonoma è presente all’aeroporto Heathrow di Londra, ma se tutto va bene verrà diffusa anche ad altri aeroporti. Prima della diffusione bisogna però testare a fondo il funzionamento della sedia, per evitare che ci siano problemi, altrimenti si rischia di provocare l’effetto opposto e peggiorare l’esperienza delle persone. Non si sa bene quando finiranno i test, sicuramente British Airways si prenderà tutto il tempo necessario per assicurarsi che tutto sia ok prima di procedere con la diffusione più ampia di questa tecnologia.

Cosa ne pensi di questa tecnologia? Saresti contento di vederla in aeroporto? Scrivi la tua opinione nei commenti!

avatar
  Sottoscrivi  
Notificami
Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Cosa ne pensi di questa tecnologia? Saresti contento di vederla in aeroporto? Scrivi la tua opinione nei commenti!

0