Artrite reumatoide: sviluppato nuovo vaccino sperimentale

Un team di ricerca dell'Università di Toledo ha sviluppato uno studio su un vaccino sperimentale contro l'artrite reumatoide, pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences. Il nuovo vaccino oltre a sopprimere lo sviluppo dell'artrite, ha anche migliorato significativamente la qualità delle ossa

Naviga tra i contenuti

Gli studi sull’artrite reumatoide hanno portato allo sviluppo di un vaccino sperimentale che ha dimostrato di essere promettente nella prevenzione dea malattia. A dichiararlo è stato un team di scienziati dell’Università di Toledo.

Artrite reumatoide

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Proceedings of the National Academy of Sciences.

Artrite reumatoide: qualche dettaglio sul nuovo vaccino sperimentale

Lo sviluppo di un vaccino sperimentale per l’artrite reumatoide, una dolorosa malattia autoimmune che attualmente non può essere curata, rappresenta un significato passo avanti nello studio di tutte le malattie autoimmuni.

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide si verifica quando il sistema immunitario del corpo attacca e distrugge i tessuti sani, in particolare il rivestimento delle articolazioni di mani, polsi, caviglie e ginocchia. Alcune ricerche hanno evidenziato che l’artrite reumatoide colpisce fino all’1% della popolazione mondiale.

Nonostante la sua elevata prevalenza, non esiste una cura e non sappiamo del tutto cosa lo provochi. Questo è vero per quasi tutte le malattie autoimmuni, il che rende così difficile trattarle o prevenirle“, ha affermato il dott. Ritu Chakravarti, un assistente professore presso l‘UToledo College of Medicine and Life Sciences e autore principale del documento. “Se riuscissimo a portare con successo questo vaccino nella clinica, sarebbe rivoluzionario”.

Chakravarti ha studiato per anni una proteina chiamata 14-3-3 zeta e il suo ruolo nelle patologie immunitarie, inclusi gli aneurismi aortici e l’interleuchina-17, una citochina associata a malattie autoimmuni. Sulla base del loro lavoro precedente, il gruppo di ricerca si è concentrato sulla proteina come potenziale fattore scatenante dell’artrite reumatoide. Invece, hanno trovato il contrario.

Artrite reumatoide

Piuttosto che prevenire l’artrite reumatoide, i ricercatori hanno scoperto che la rimozione della proteina attraverso la tecnologia di modifica genetica ha causato una grave artrite precoce nei modelli animali. Lavorando sulla base di una nuova teoria secondo cui la proteina zeta 14-3-3 protegge dall’artrite reumatoide, il team ha sviluppato un vaccino a base di proteine ​​utilizzando la proteina zeta 14-3-3 purificata coltivata in una cellula batterica.

Il team di ricerca ha scoperto che il vaccino ha promosso una risposta forte e immediata, ma di lunga durata, dal sistema immunitario, fornendo protezione contro la malattia: “Con nostra grande sorpresa, l’artrite reumatoide è completamente scomparsa negli animali che hanno ricevuto un vaccino“, ha detto Chakravarti. “A volte non c’è modo migliore della serendipità. Ci è capitato di ottenere un risultato sbagliato, ma si è rivelato essere il miglior risultato. Questo tipo di scoperte scientifiche sono molto importanti in questo campo”.

Oltre a sopprimere lo sviluppo dell’artrite, il vaccino ha anche migliorato significativamente la qualità delle ossa, una scoperta che ha evidenziato che dovrebbero esserci benefici a lungo termine dopo l’immunizzazione.

Attualmente, l’artrite reumatoide viene trattata principalmente con corticosteroidi, farmaci immunosoppressori su larga scala o farmaci biologici più recenti e più mirati che prendono di mira uno specifico processo infiammatorio. Sebbene queste terapie possano alleviare il dolore e rallentare la progressione della malattia, possono anche rendere i pazienti più vulnerabili alle infezioni e, nel caso dei farmaci biologici, possono essere costose.

Artrite reumatoide

Non abbiamo fatto grandi scoperte verso il trattamento o la prevenzione dell’artrite reumatoide da molti anni”, ha spiegato Chakravarti. “Il nostro approccio è completamente diverso. Questa è una strategia basata su un vaccino che è un nuovo obiettivo che speriamo possa trattare o prevenire l’artrite reumatoide. Il potenziale qui è enorme”.

I ricercatori hanno depositato un brevetto sulla loro scoperta e stanno cercando partner dell’industria farmaceutica per supportare studi di sicurezza e tossicità nella speranza di stabilire una sperimentazione preclinica.

L’artrite reumatoide, AR, è una malattia autoimmune e infiammatoria, il che aggredisce il sistema immunitario per un errore le cellule sane dell’organismo, causando infiammazione  nelle parti del corpo colpite.

Artrite reumatoide

L’AR attacca principalmente le articolazioni, di solito molte articolazioni contemporaneamente e colpisce comunemente le articolazioni delle mani, dei polsi e delle ginocchia. In un’articolazione con AR, il suo rivestimento si infiamma, causando danni al tessuto articolare. Questo danno tissutale può causare dolore duraturo o cronico, instabilità (mancanza di equilibrio) e deformità (deformazione). L’AR può colpire anche altri tessuti in tutto il corpo e causare problemi a organi come polmoni, cuore e occhi.

Con l’artrite reumatoide, ci sono momenti in cui i sintomi peggiorano, noti come riacutizzazioni, e momenti in cui i sintomi migliorano, noti come remissione. Le cause specifiche dell’AR sono sconosciute, ma alcuni fattori possono aumentare il rischio di sviluppare la malattia.

L’AR viene diagnosticata esaminando i sintomi, conducendo un esame fisico e facendo RM e test di laboratorio. È meglio diagnosticare l’AR in anticipo, entro 6 mesi dall’insorgenza dei sintomi, in modo che le persone con la malattia possano iniziare il trattamento per rallentare o arrestare la progressione della malattia (ad esempio, danni alle articolazioni). La diagnosi e i trattamenti efficaci, in particolare il trattamento per sopprimere o controllare l’infiammazione, possono aiutare a ridurre gli effetti dannosi dell’artrite reumatoide.

Ritieni affidabile lo sviluppo di un vaccino sperimentale contro l’artrite reumatoide? Se fosse già disponibile, ti candideresti per sperimentarlo su di te? Dicci la tua nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
11 Commenti
più votati
più nuovi più vecchi
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
Giancarlo

Artrite psoriasica.. Sicuramente lo prenderei in considerazione

Cristina Turrisi

Sicuramente mi proporrei per una sperimentazione.

Anna ntounas

Si mi proporrei

Oksana Hlavata

Si, sono malata di artrite revmatoide, posso fare vaccino anche io, 56 anni

Oksana Hlavata

Si

Graziana

Sì mi piacerebbe avere altre informazioni

Felicia
Voto iCrewers :
     

Si,subito

Tanya

Si mi proporrei

Ivana Chiavarini

Se può funzionare anche con l’artrite psoriasica mi proporrei per la sperimentazione.

Katia Dibitonto

Mi propongo volentieri alla sperimentazione

Daniela corradini

Sí ci penserei seriamente

11
0
in iCrewPlay diamo spazio al tuo pensiero! Commenta!x
()
x
Condividi su facebook
CONDIVIDI