Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su telegram
Anticorpi neutralizzanti

Anticorpi neutralizzanti contro il covid19: funzionano?

Gli anticorpi neutralizzanti si sono rivelati fondamentali nello sviluppo di un probabile vaccino contro l'infezione da covid19

Negli studi per trovare un vaccino contro il covid19, gli  anticorpi neutralizzanti si sono rivelati, secondo gli scienziati, fondamentali. I ricercatori del Centro di ricerca dell’Università di Montreal ospedalieri (CRCHUM), hanno inoltre stabilito che affinché siano efficaci è necessario garantire una generazione di anticorpi per un lungo periodo.

Anticorpi neutralizzanti

Nelle settimane successive al manifestarsi dell’infezione, più del 90% dei soggetti malati ha sviluppato anticorpi che riconoscono uno dei segni distintivi del Covid19, la glicoproteina S.

“Il nostro studio mostra che più di sei persone infette su dieci hanno generato anticorpi neutralizzanti in sole due settimane dopo l’insorgenza dei sintomi della malattia. Gli altri quattro non hanno generato anticorpi. Tuttavia, questa capacità di neutralizzazione diminuisce dopo un periodo di sei settimane. In questo caso, potranno essere necessari alcuni richiami del vaccino per la protezione a lungo termine della popolazione”, ha dichiarato il ricercatore Andrés Finzi, presidente e professore presso l’Università di Montréal.

Anticorpi neutralizzanti: lo studio

Anticorpi neutralizzanti

Per condurre i loro esperimenti, il team scientifico di Finzi ha potuto fare affidamento su campioni di plasma di 108 pazienti sani, infetti o convalescenti, ceduti dai loro colleghi al laboratorio di salute pubblica di Héma-Québec e Quebec.

Nella ricerca non peer-reviewed pubblicata su bioRxiv, il gruppo di studiosi ha considerato la capacità neutralizzante del plasma da una a sei settimane dopo l’insorgenza dei sintomi della SARS-Cov-2: gli scienziati hanno impiegato particelle simili a virus che simulano la glicoproteina SARS-CoV-2 S (o glicoproteina Spike) sulla loro superficie. Grazie a questa intuizione, si è stabilito la modalità con cui il virus si introduce nelle cellule sane per infettarle.

A differenza dei test di virologia o PCR, che stabiliscono se una persona è infetta successivamente al prelievo del campione da analizzare, i test di sierologia consentono di affermare se una persona è stata infettata da covid19 e se ha sviluppato gli anticorpi neutralizzanti.

Potrebbe interessarti...

Xiaomi

Anche Xiaomi nella lista nera degli USA, ora cosa succede?

Honor

HONOR MagicBook Pro e HONOR Band 6 presto disponibili

Scienze

Gennaio 2021, il buco nell’ozono si è chiuso

Nintendo Switch Pro

Nintendo Switch Pro in arrivo con display OLED secondo un leak

Asus Zenfone 6

Rilasciato l’aggiornamento che porta Android 11 su Zenfone 6

OnePlus Nord

Da oggi puoi provare Android 11 su OnePlus Nord

Avevi già sentito parlare di anticorpi neutralizzanti? Pensi che potranno essere efficaci contro il covid19? Parlacene nei commenti.

Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Guarda tutti i commenti
app gratis

16 gennaio, 2021

GXT 877 Scarr

05 gennaio, 2021

Trust GXT 877 Scarr

Recensione

23 dicembre, 2020

Tronsmart Mega Pro

Recensione

HyperX Quadcast S RGB2

04 dicembre, 2020

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
0